Malore per Éder Militão, è successo durante la presentazione col Real Madrid. Reduce dalla vittoria della Coppa America con il suo Brasile, il 21enne di São Paulo è stato costretto a rinviare la conferenza stampa di presentazione.

Succede tutto velocemente e all’inizio. A una domanda tra l’altro spinosa su Neymar e un possibile approdo in blancos, ecco l’evento singolare. Il neo difensore accusa delle problematiche e prova a risolverle bevendo un po’ d’acqua, ma non basta. “Sono stonato, non ho mangiato un niente. Molta emozione”, riferisce allo staff madrileno al suo fianco. Esita, prova a rimettersi, ma non ci riesce. “No, non riesco a parlare”, ammette l’ex giocatore del Porto anche visibilmente imbarazzato.

Malore Militão, ecco di cosa si è trattato

Controllato dai medici del club spagnolo, l’atleta si è poi ripreso e non c’è stato bisogno di ulteriori verifiche. Secondo lo staff sanitario iberito,  il ‘mancamento’, oltre che all’emozione, è avvenuto anche per le conseguenze del fuso orario. Militão, infatti, era arrivato nella capitale spagnola alle 5 del mattino. Prima di abbandonare la sala, il giocatore è riuscito a dire giusto che “quando ho saputo dell’interesse del Real, non ci ho pensato due volte. Per me è un giorno speciale e sono felice. Darò tutto per questa maglia, anche la pelle, e giocherò ogni partita come se fosse l’ultima”.

Il sudamericano era stato annunciato dal club di Florentino Perez già nel corso dell’ultimo campionato. Grande protagonista in Portogallo, ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2025 ed è costato 50 milioni di euro. Chiuso da i più esperti Thiago Silva e Marquinhos, il talento di Sertãozinho si è dovuto accontentare delle briciole. Ma per lui ora è pronta una grande avventura da protagonista: a richiederlo, infatti, è stato direttamente il tecnico Zinedine Zidane.

P.C.

 

Leggi anche: Napoli, De Laurentiis: “James Rodriguez vuole venire da noi. Su Icardi…”

 

Redazione DirettaNews.it