Un bambino di 3 anni è morto dopo essere stato lasciato in un’auto in un campus universitario dell’Indiana in una giornata “eccessivamente calda”.

Oliver Dill, che era stato lasciato in una macchina nel campus per diverse ore da un genitore, è stato dichiarato morto sul posto, hanno riferito le autorità.

La temperatura è salita a 90 gradi a Evansville martedì con un indice di calore – o quanto percepito – di 94 gradi. La causa della morte non è stata determinata, secondo il coroner della contea di Vanderburgh. Gli investigatori non credono che ci fosse malizia e non si aspettano accuse, anche se i pubblici ministeri faranno la determinazione finale, secondo lo sceriffo.

LEGGI ANCHE: BAMBINO DI 8 MESI DIMENTICATO IN AUTO, MORTO DOPO 10 ORE DI AGONIA

Le parole del presidente della University of Southern Indiana, in merito al bambino morto perché lasciato in auto

Il presidente della University of Southern Indiana, il dott. Ronald S. Rochon, ha detto martedì in una lettera alla comunità scolastica: “Come genitore e presidente della University of Southern Indiana, sono profondamente rattristato di informarvi della tragica morte di un bambino. E’ stato lasciato in un’auto parcheggiata nel nostro campus. Le nostre più sentite condoglianze vanno alla famiglia di questo bambino, una perdita che nessun genitore dovrebbe sopportare. Se hai un figlio nella tua vita, per favore abbraccialo stretto e ricorda che i servizi di consulenza sono disponibili se ne hai bisogno”.

Le parole del direttore di KidsAndCars.org

Questo segna il 19 ° bambino a morire in un potenziale caso di hot car finora quest’anno, secondo la non-profit nazionale KidsAndCars.org. Le morti di bambini lasciati in auto calde, secondo questo sito, hanno raggiunto un record l’anno scorso con almeno 52 bambini uccisi.

“È devastante la consapevolezza che esistono soluzioni per rilevare la presenza di un bambino all’interno di un veicolo e tuttavia i bambini continuano a morire perché queste tecnologie non sono incluse come equipaggiamento standard in tutti i veicoli”, ha detto il direttore di KidsAndCars.org Amber Rollins a ABC News via e-mail il mercoledì.

“L’Hot Cars Act richiederebbe tale tecnologia ed è un passo fondamentale per sradicare gli incidenti mortali delle auto calde. Tutti credono che sia una cosa che a loro o a qualcuno a loro caro, non può capitare”, ha detto Rollins. “Esistono soluzioni tecnologiche per rilevare la presenza di un bambino o di un animale all’interno di un’auto calda e fermare questi morti e ferite inutili. Cosa stiamo aspettando?”