Greg Paltrinieri alza la posta. Il famoso nuotatore italiano, infatti, parteciperà non soltanto ai 1500 ma anche ai 10 km in acque libere, in cerca di un pass per le Olimpiadi. 

Greg Paltrinieri non è di certo un tipo che si accontenta, anzi. Basti soltanto pensare che questo giovane atleta made in Italy, nato a Carpi il 5 settembre 1994, ha una quantità di medaglie impressionante. Ben 8 medaglie di bronzo, 10 medaglie d’argento ed addirittura 30 medaglie d’oro vinte fin qui, con un oro olimpico. Non proprio uno score qualsiasi, ed il nuotatore non vuole fermarsi, anzi. Non si sente sazio, non ancora. Ed ecco perché Greg Paltrinieri ha annunciato che non soltanto parteciperà alle competizioni per i 1500 in vasca, ma anche ai 10 chilometri in acque libere, nel mare. Perché niente e nessuno può fermare il 25enne italiano, che ambisce a vincere ben tre medaglie d’oro nei prossimi Giochi Olimpici di Tokyo 2020. Le nuove Olimpiadi daranno modo a tantissimi atleti di fare il massimo e di potersi esprimere ad altissimi livelli in cerca di glorie e di medaglie. Onori e fama, nonché un posto negli annales dello sport e della massima competizione che esiste per ogni atleta del mondo.

LEGGI ANCHE —> Bronzo poche ore dopo la morte del padre, la forza di Laura Peveri

Greg Paltrinieri parteciperà ai 10 km in acque libere

Stamattina Greg Paltrinieri ha parlato dei suoi obiettivi e del fatto che proverà a ritagliarsi un posto alle Olimpiadi anche nei 10 chilometri in acque libere. Ecco l’intervista che il nuotatore italiano ha rilasciato stamattina ai microfoni di Rai Sport:

Per la prima volta ho un programma molto intenso, tosto. Perché prima facevo 8 e 1500, ora abbiamo aggiunto quest’esperienza del fondo. E’ qualcosa di nuovo ma come ho già detto voglio farlo. E sono anche molto felice di iniziare dal mare. In questi giorni ho provato il mare, mi sta piacendo, sono carico, non vedo l’ora di fare la dieci. Ho deciso di fare questa sfida al Mondiale, quest’anno, perché qualificarsi tra i primi dieci posti ti garantisce un pass per le Olimpiadi. E’ quello il mio obiettivo principale dell’intera cosa. Voglio fare piscina e fondo l’anno prossimo sarà ancora meglio perché ci sarà prima la piscina e poi il fondo, quindi questo Mondiale è importantissimo per me. Devo assolutamente arrivare tra i primi dieci, poi se finisco più in alto è meglio, ma l’importante è stare lì e guadagnarsi un importante pass per le Olimpiadi”. 

 

N.A.