Meteo: Maltempo nelle regioni del Nord-Est, i danni

Continua a provocare danni il maltempo, di chiamate ai vigili del fuoco per allagamenti e caduta di alberi nelle regioni del Nord-Est

Non in tutta Italia si sta facendo sentire questa estate 2019. Anzi, soprattutto nelle regioni del Nord-Est dell’Italia continuano le forti grandinate. Le ultime zone colpite gravemente dal maltempo sono la città di Ferrara e la Valsugana.

A Ferrara le intemperie avevano dato segnali nella notte, con forti tuoni che hanno attentato la città dell’Emilia Romagna. Il risveglio poi non è stato dei più felici. Infatti un violento acquazzone con un’intensita di 16mm all’ora, ha colpito Ferrara e provincia, provocando danni al territorio. L’acqua ha invaso le strade ed ha provocato danni anche ai vicini lidi. Forti danni anche alle colture di granoturco ed alcuni frutteti. Intanto i Vigili del Fuoco stanno operando in zona per intervenire a rimuovere i vari alberi caduti in strada.

La situazione non cambia in Valsugana, dove un’ondata di maltempo ha colpito nel pomeriggio. Anche qui la grandine l’ha fatta da padrona. Il disagio più grande si è verificato sulla statale 47, dove un pianta ha invaso la carreggiata. Fortunatamente non sono stati rilevati danni alle piantagioni.

Per approfondire –> Meteo: continua l’incubo maltempo su tutta la penisola nel weekend

La Coldiretti annuncia: da inizio estate già 117 eventi estremi

A testimoniare gli effetti del maltempo, ci ha pensato la Coldiretti. L’associazione di rappresentanza e assistenza dell’agricoltura italiana, ha riportato i vari danni che sta creando il cattivo tempo sulle coltivazioni di cereali e, verdura e frutta prossime alla raccolta.

L’associazione annuncia il segnale di Sos soprattutto al centro-nord, dove la grandine è l’evento più temuto dagli agricoltori. Infatti i grandi chicchi di grandine si abbattono su verdure, frutta e cereali prossimi alla raccolta provocando danni irreparabili alle coltivazioni mandando in fumo un intero anno di lavoro.

Il dato degli eventi estremi rispetto allo stesso periodo dello scorso anno è aumentato del 68%. L’associazione agricola è certa di una tendenza alla tropicalizzazione. Questa si manifesta con violenti grandinate e veloci passaggi dal sole al cattivo tempo. Tutto ciò orivica sbalzi termici significativi che portano danni alla coltivazioni.

La Coldiretti ha concluso affermando che la nuova ondata di maltempo ha provocato allagamenti nelle campagne e danneggiato pesantemente mais e cereali in campo, aggravando ulteriormente il conto dei danni nelle campagne.

L.P.

Per altre notizie sul Meteo, CLICCA QUI !