Tragedia Ragusa, stamane i funerali ad Alessio: è morto anche Simone

Tragedia Ragusa, è morto anche il secondo bambino investito dal Suv

Stamane è morto anche Simone (12 anni), uno dei due bambini investititi da un Suv a Vittoria (Messina) giovedì sera. Il bambino era in gravi condizioni da venerdì mattina dopo che il violento impatto gli aveva tranciato entrambe le gambe. Eloise Gitto, direttrice del reparto di terapia intensiva neonatale del policlinico di Messina, si è così espressa sulla sua scomparsa: “All’arrivo di Simone avevamo già giudicato le sue condizioni gravissime. Abbiamo tentato in tutti i modi di salvarlo, ma ogni terapia non è bastata a farlo rimanere in vita. Siamo rammaricati”.

Stamattina intanto è stato reso omaggio, nel corso dei funerali, ad Alessio, suo cugino più piccolo di 1 anno, deceduto sul colpo a seguito dello stesso incidente. I dati parlano di circa tremila persone presenti alla funzione.

Tragedia Ragusa, ecco i risultati dell’autopsia su Alessio

Sono emersi i primi risultati dopo l’autopsia eseguita ieri ad Alessio D’Antonio. Il medico legale Francesco Coco, incaricato dal pm Andrea Sodani, ha verificato i possibili ritardi dei soccorsi al momento dell’incidente come denunciato dalla madre del bambino. Per la consulenza di parte invece è stato incaricato Giuseppe Iuvara. Secondo quanto uscito alla luce fino ad ora, i referti ufficiali saranno depositati entro 60 giorni, il piccolo sarebbe morto a seguito di un’inarrestabile e massiva emorragia dovuta al distacco di una gamba. Ad essere indagate dalla Procura di Ragusa sono il guidatore del suv, i tre passeggeri una dottoressa e un infermiere. Il primo, a quanto pare, al momento dell’accaduto sotto l’effetto di droga ed alcool.

Alessio, il padre disperato: “Lascerò Vittoria”

Alessandro D’Antonio, padre di Alessio, dilaniato dal dolore della tremenda perdita ha annunciato al termine dei funerali: “Lascerò Vittoria. Dopo questa tragedia non riesco più a vivere in questa città. Non riesco più ad entrare nella mia casa”. Ha poti aggiunto: “Chiedo e pretendo giustizia per mio figlio”.

Clicca qui per restare aggiornato su ulteriori notizie di cronaca in tempo reale.