Nessun futuro in Italia per Daniele De Rossi. L’ex bandiera della Roma sembra aver deciso di accettare le proposte del Boca Juniors per giocare in Argentina.

Il futuro di Daniele De Rossi? Almeno per sei mesi, che potrebbero diventare anche otto, sarà a Buenos Aires. L’ex centrocampista e capitano della Roma, svincolato dal 1° luglio dopo il mancato rinnovo, ha deciso. Nonostante le molte offerte dalla Serie A e non solo, vestirà la maglia del Boca Juniors aprendo una nuova parentesi per una carriera che a 35 anni lui non considera ancora finita.

Decisiva nella scelta di Daniele De Rossi è stata la presenza nel Boca come direttore sportivo di Nicolas Burdisso. L’ex difensore della Roma, ma anche di Genoa e Torino, una volta appesi gli scarpini è diventato direttore sportivo del Boca Juniors. E da quando ha saputo che il suo vecchio compagno e amico avrebbe lasciato la Roma, ha cominciato a tempestarlo di telefonate.

Perché non provare una nuova avventura dall’altra parte del mondo, in una squadra che ha scritto pagine leggendarie? DDR ci ha pensato un po’, valutando anche altre opzioni insieme alla sua compagna, Sarah Felberbaum, anche perché le opzioni erano diverse.

Su di lui infatti c’era stata fin da subito l’attenzione della Fiorentina che con la nuova proprietà di Rocco Commisso poteva essere opzione valida. E poi lì avrebbe ritrovato un vecchio compagno come Vincenzo Montella, che lo conosceva bene. Ma si era fatta avanti anche la Sampdoria con il vulcanico presidente Massimo Ferrero. E restava valida anche l’opzione del campionato statunitense, la MLS, con la maglia dei Los Angeles FC.

Daniele De Rossi al Boca, poi diventerà allenatore

Alla fin però Daniele De Rossi ha scelto un campionato importante come quello argentino per non tradire la sua Roma in Italia e per scrivere un nuovo capitolo. Non è tanto per l’ingaggio, pari a 500mila euro più bonus. Quanto piuttosto per la curiosità di scoprire come si gioca in Argentina e come si vive in un club storico quale è il Boca Juniors.

Il contratto è fino a gennaio ma potrebbe continuare almeno fino al 1° marzo e De Rossi partirà subito perché il campionato argentino comincia nel weekend del 27-28 luglio prossimi. Alla fine del suo impegno l’ex capitano giallorosso potrà andare negli USA oppure accettare la proposta di Roberto Mancini per entrare nel suo staff della Nazionale.

Il futuro però sarà in panchina, come il padre Alberto che da anni guida la Primavera della Roma. Daniele De Rossi già adesso aveva pensato di iscriversi al Corso per allenatori a Coverciano per prendere il patentino da allenatore.