USA: chi sono le 4 deputate prese di mira da Trump

USA: chi sono le 4 deputate che fanno parte di ‘The Squad’ e vengono prese di mira da Donald Trump, le loro storie e le loro posizioni.

Donald Trump è stato messo sotto accusa dopo aver preso di mira un gruppo di parlamentari democratiche, dicendo loro di “tornare da dove sono venute”. Le quattro parlamentari democratiche sono però cittadine a tutti gli effetti. Per tale ragione, Donald Trump viene accusato di razzismo e sessismo. A onor del vero, Donald Trump non ha mai menzionato nei suoi tweet nessuno, ma i sospetti sono caduti su quattro membri del Congresso, conosciute ampiamente come “The Squad”. I loro nomi sono: Ilhan Omar, Alexandria Ocasio-Cortez, Rashida Tlaib e Ayanna Pressley. Il loro ‘identikit’ è stato tracciato da Chris Robertson per Sky News.

Quattro deputate prese di mira da Trump: le loro storie

Le parlamentari democratiche hanno replicato a Trump, accusandolo di gestire “l’amministrazione più corrotta della nostra storia”. La più nota di loro, almeno in Italia, è sicuramente Alexandria Ocasio-Cortez, di New York: i suoi discorsi in Parlamento sono infatti divenuti virali anche nel nostro Paese.

Chi è Alexandria Ocasio-Cortez

La deputata è stata eletta nei midterms del 2018 come membro del Congresso per il 14 ° distretto di New York. È di origine portoricana e parla spagnolo. Si tratta della donna più giovane che abbia mai prestato servizio nel Congresso degli Stati Uniti. Le sue posizioni sono criticate anche all’interno del suo stesso partito. Esponenti come Joe Biden e Nancy Pelosi hanno espresso scetticismo riguardo alla sua capacità di rappresentare i democratici. È molto popolare sui social media, con 4,7 milioni di follower su Twitter e 3,8 milioni su Instagram. La AOC – come è anche conosciuta – ha presentato una legge nella casa chiamata Green New Deal – che mira a eliminare gradualmente i combustibili fossili e revisionare le infrastrutture degli Stati Uniti, osteggiata sia dai repubblicani che da larga parte del suo partito.

Chi sono le altre deputate di The Squad

Meno note le altre deputate, tra cui c’è Ilhan Omar, nata nella capitale somala di Mogadiscio: deputata per il quinto distretto del Minnesota, è una delle sole due donne musulmane al Congresso. È l’unica di The Squad che non è nata negli Stati Uniti, ma è comunque una cittadina americana. Il suo profilo è emblematico: si tratta del primo cittadino “naturalizzato” dall’Africa a entrare nel Congresso e la prima donna di colore eletta nel Minnesota. Molto note e forti sono le sue prese di posizione contro le politiche sull’immigrazione di Trump. È stata oggetto di minacce di morte da parte di oppositori politici, ha affrontato critiche per aver indossato un hijab ed è stata falsamente legata agli attacchi dell’11 settembre 2001. Controverse le sue posizioni su Israele e la sua opposizione a Guaido in Venezuela.

Ayanna Pressley, invece, è una deputata per il settimo distretto del Massachusetts, anche lei eletta nelle elezioni di medio termine del 2018. È la prima donna nera ad essere eletta dal Massachusetts. Nel suo discorso di vittoria dopo la sua vittoria primaria, ha definito il presidente Trump “un uomo razzista, misogino” dandogli del corrotto e chiedendone l’impeachment. Infine, del gruppo fa parte Rashida Tlaib, eletta nel Michigan, la prima donna palestinese-americana ad essere eletta al Congresso: anche lei, come Ilhan Omar, è di religione musulmana. Anche lei sostiene l’impeachment del presidente Trump e ha una posizione critica esplicita della sua politica sull’immigrazione. Si pone in maniera critica sia contro Israele che contro Paesi musulmani come l’Arabia Saudita, accusata di violare sistematicamente i diritti umani.

Leggi anche –> USA vincono il mondiale di calcio femminile: Trump le inviterà alla Casa Bianca?