Budget mercato Milan: ecco quanto è rimasto dopo i primi tre acquisti. Presi Rude Krunic, Theo Hernandez e Ismael Bennacer, ma servirebbero ancora altri tre rinforzi. 

Milan, il budget mercato inizia a calare. Gli acquisti sono già due, quasi tre: Rude Krunic, Theo Hernandez e Ismael Bennacer. Confermati e ufficializzati i primi due, in arrivo il terzo: si attende solo la finale di Coppa d’Africa di venerdì, poi il giocatore sbarcherà a Milano per visite mediche e firma sul contratto per poi ripartire per le vacanze.

Un acquisto dal Real Madrid e due dall’Empoli retrocesso. 8 milioni compresi di bonus per Krunic, 20 per il talento arrivato dal club spagnolo e infine altri 18 totali per il 21enne algerino. Considerando gli 80 milioni di euro stanziati da Elliott Mangement Corporation, fondo proprietario del club, ne restano altri 34. Non pochissimi, in fondo. Se non fosse però che il Dt Paolo Maldini è ancora alla ricerca di diversi giocatori, di cui in particolare un difensore al posto di Cristian Zapata, un centrocampista poiché è sfumato Jordan Veretout e magari anche un attaccante.

Budget mercato Milan, ecco come ampliarlo

Il Diavolo – rivela il Corriere dello Sport – però ha un vantaggio: ossia un budget fissato parallelo alle cessioni. Il che significa che sacrificando uno o più giocatori, la dirigenza rossonera potrebbe avere la spinta necessaria per piazzare anche gli ultimi colpi in quest’ultimo mese e mezzo.

Causa anche il fair play finanziario, sono diversi i nomi in uscita. Gianlugi Donnarumma, per esempio, è stato designato come il grande sacrificato, ma al momento sono ferme le trattative con Paris Saint-Germain e Manchester United. Suso pure è potenzialmente in uscita, ma al momento nessuno vuole pagare i 38 milioni di clausola rescissoria. La soluzione potrebbe essere Frank Kessie, ma nel frattempo non si registrano seri interessamenti. Intoccabili invece Alessio Romagnoli, Lucas Paquetá e Krzysztof Piatek. Il Milan dovrà trovare una soluzione, sì, ma non sarà tra questi tre nomi.

 

P.C.

 

Leggi anche: Inter-Lukaku: ci siamo! I nerazzurri sempre più vicini al belga

 

Redazione DirettaNews.it