Due drammatici incidenti stradali in poche ore riportano sotto i riflettori la sicurezza dei ciclisti sulle nostre strade.

La sicurezza dei ciclisti sulle nostre strade è ancora drammaticamente messa a dura prova come dimostrano due incidenti mortali avvenuti nella giornata di oggi. In provincia di Torino una ragazza di 26 anni è morta dopo essere stata agganciata da un’autocisterna mentre stava viaggiando in bici per le strade del paese. E a Desenzano sul Garda un 66enne è deceduto, travolto secondo i primi riscontri da un camion mentre stava pedalando.

Due incidenti stradali simili, quelli che nella giornata di oggi hanno provocato la morte di due ciclisti. Il primo a Rivarolo Canavese, in provincia di Torino. Elisa Bonavita, 26 anni, era uscita da casa con la sua bici e stava pedalando verso la biblioteca comunale, nella quale lavorava da qualche mese come stagista.

All’improvviso un’autocisterna che svoltava verso destra ha cominciato la manovra senza accorgersi che stava arrivano la ragazza in bicicletta e l’ha agganciata. Per Elisa non c’è stato il tempo di reagire: il mezzo pesante l’ha trascinata per diversi metri prima di accorgersi di quello che stava succedendo.

Per liberare la sfortunata ciclista sono intervenuti i vigli del fuoco e subito è accorso il personale del 118 ma per lei non c’è stato nulla da fare. Ora le indagini della polizia municipale stabiliranno l’esatta dinamica dell’incidente mortale mentre la Procura di Ivrea, dalla quale dipende quel territorio, ha aperto un fascicolo per omicidio stradale nei confronti del conducente dell’autocisterna. Un aiuto potrebbe arrivare dalle le immagini di una videocamera di sorveglianza che avrebbe ripreso la scena.

Leggi anche: Torna a casa in bici dopo il turno in ospedale: muore travolta da un camion

Ciclista travolto e ucciso da un camion nel bresciano

Altro drammatico incidente che ha provocato la morte di un ciclista a Desenzano sul Garda, nel Bresciano. Un uomo di 66 anni, Ugo Bresciani, è stato travolto da un camion mentre viaggiava in bici nella rotonda che collega la ex Statale 11 al casello dell’autostrada.

L’incidente stradale è accaduto poco dopo le 16, in condizioni di meteo perfette. Il ciclista ha impattato con il camion condotto da un autista bulgaro di 51 anni che l’avrebbe colpito. Ma le cause sono ancora tutte da chiarire e saranno stabilite soltanto dopo i rilievi e l’inchiesta.

All’arrivo dell’ambulanza il 66enne, molto conosciuto in zona, era già deceduto. E ora saranno esaminate anche le telecamere presenti nella zona per capire se ci possono essere delle riprese utili all’inchiesta.

F.D.