Brutta disavventura a Torino per David Trezeguet. L’ex campione juventino sorpreso da una ‘volante’ mentre guidava ubriaco rischia una sanzione pesante.

David Trezeguet per una volta finisce in cronaca nera invece che in quella sportiva. L’ex calciatore, oggi ‘Brand Ambassador’ della Juventus, infatti l’altra sera è stato fermato a Torino da una ‘volante’ e multato perché ubriaco. Era in pieno centro, a due passi da piazza Castello, al volante della sua Jeep e secondo un testimone la macchina procedeva a zigzag in mezzo alla strada. Un comportamento notato dalle forze dell’ordine che lo hanno fermato.

Una volta sceso dalla sua macchina, David Trezeguet sembrava avere un po’ esagerato con il vino. Così i poliziotti hanno deciso di sottoporlo alla prova dell’etilometro per verificare se la loro impressione fosse corretta.

In un primo tempo, come ha riferito l’edizione torinese del ‘Corriere della Sera’, l’ex campione d’Europa e vincitore di molti scudetti con la Juventus ha rifiutato di fare la prova del palloncino. Anzi, David Trezeguet avrebbe anche provato a convincere gli agenti a non fargli il test, oppure comunque ad aspettare che fosse in condizioni migliori.

Di fronte al rifiuto degli uomini in divisa, allora Trezeguet si sarebbe ancora di più alterato insultandoli pesantemente: “Siete dei pezzenti – avrebbe urlato nei loro confronti – e dei poveracci. Non guadagnate nemmeno duemila euro”. Alla fine comunque l’etilometro ha funzionato, è stato ripetuto anche più volte dando però sempre lo stesso esito: valori compresi tra 1,5 e 1,7, quindi almeno tre volte superiori al limite massimo consentito per mettersi al volante.

Leggi anche: Argentina, il River Plate torna nella massima serie: Trezeguet protagonista

David Trezeguet ubriaco, i retroscena della serata

David Trezeguet, quando é stato fermato in stato di ebbrezza a Torino con il suo Suv, era in compagnia di un amico. Come è emerso successivamente, i due erano stati invitati nelle Langhe cuneesi per una degustazione di vini pregiati insieme a Mauro German Camoranesi, altro ex juventino e campione del mondo con l’Italia nel 2006.

Una serata di festa, nella quale era stata anche stappata una bottiglia speciale, proprio dell’annata nella quale gli azzurri erano diventati campioni del mondo. Nulla di particolare, se non che Trezeguet non sarebbe stato in condizione di guidare. E così oltre alla multa, è stata anche ritirata la patente e potrebbe anche scattare una denuncia per oltraggio a pubblici ufficiali.

Il caso è stato anche commentato negli ultimi minuti via social del ministro dell’Interno, Matteo Salvini: “Il mio grazie ai poliziotti di Torino. E sul comportamento del “campione” stendiamo un velo pietoso”, ha scritto parlando dell’ex juventino.

F.D.