Juventus, De Ligt esce allo scoperto: ecco perché ha scelto i bianconeri

Matthijs De Ligt spiega i motivi del ‘sì’ alla Juventus

Matthijs De Ligt è ormai un nuovo giocatore della Juventus. Arrivato per 75 milioni di euro, è uno dei difensori più costosi della storia del calcio ed il secondo nella classifica generale per i bianconeri. Il giovane fenomeno ha parlato ai microfoni dei canali ufficiali dell’Ajax dei motivi che lo hanno spinto ad accettare la soluzione italiana nonostante ci fossero diversi club su di lui: “Amo il modo in cui difendono gli italiani e ho fatto la mia scelta basandomi anche su questo. Molti miei modelli del passato sono italiani: Baresi, Maldini, Nesta, Cannavaro, Scirea. E potrei proseguire ancora”.

Sulla scelta: “È stata una scelta difficile, avevo diverse opzioni, ma bisogna sempre guardare cosa è meglio. Diversi fattori giocano un ruolo. Per me è importante sapere quanto giocherò e quanto il club crede in me. La Juventus ha anche affermato di volermi fortemente. Hanno visto un futuro per me e miglioramenti in determinati aspetti del mio gioco”.​

Infine un saluto agli olandesi: “Ho giocato qui per 10 anni nel settore giovanile e 3 anni in prima squadra. Ma ora devo fare un altro passo. Per me è emozionante lasciare questo club. Qui ho vissuto momenti belli e tristi. Ma nella vita si arriva sempre a un arrivederci. Mi mancheranno tutti qui ad Amsterdam”.

Juventus, con De Ligt si è in troppi: Demiral in uscita?

Con l’arrivo dell’olandese, la batteria di centrali è composta, oltre che da lui stesso, da Giorgio Chiellini, Leonardo Bonucci, Daniele Rugani e Merih Demiral. Quest’ultimo, acquistato dal Sassuolo ad inizio luglio per 18 milioni, potrebbe già salutare Torino. A metterlo nel mirino sarebbe stato il Milan, il quale avrebbe sondato già il terreno. Il ds Paratici però spara alto. La richiesta si aggirerebbe infatti sui 40 milioni di euro. C’è la timida possibilità che possa essere Bonucci il sacrificato con il Manchester City che starebbe facendo le dovute valutazioni del caso.

M.D.G