In Armenia gli azzurri erano obbligati a battere la Spagna per accedere alle semifinali degli Europei Under 19. La sconfitta mette fine alla loro corsa.

L’Italia aveva un solo risultato buono agli Europei Under 19. Battere la Spagna e qualificarsi alle semifinali. Per sessanta minuti il sogno ha retto, ma il 2-1 finale per gli iberici significa fine della corsa per la squadra di Carmine Nunziata. Batttuti, ma non umiliati, gli azzurrini che un anno fa avevano perso la finale solo ai supplementari. Ma era un’altra squadra e fare paragoni suona impossibile.

Alla viglia l’interista Davide Merola era stato chiaro: “Abbiamo un solo risultato a disposizione, la vittoria, e dobbiamo cercare di aumentare l’intensità di gioco messa in campo due giorni fa contro l’Armenia”. Cioè la partita che aveva lasciato aperte le porte alla qualificazione alle semifinali degli Europei Under 19 dopo la scoppola con il Portogallo.

E in effetti Carmine Nunziata ha confermato praticamente in blocco la squadra vincente della gara precedente. Nel primo tempo è stata una buona Italia. Un paio di conclusioni con Petrelli e Merola prima che la Spagna mettesse la testa avanti facendosi pericolosa con Ruiz per due volte dalle parti di Carnesecchi.

Quasi alla mezz’ora Mohaon un pallonetto dal limite ha fatto venire nuovi brividi. Ma al 34′ la magia su punizione del solito Merola che ha messo la palla sotto la traversa portando in vantaggio l’Italia ha fatto sperare nel miracolo.

Europei Under 19, l’Italia nella ripresa crolla contro la Spagna

L’Italia ha retto ancora bene per un quarto d’oro nella ripresa. Poi però con l’incubo di dover salutare gli Europei Under 19 prima della finale, la Spagna ha accelerato trovando la rete del pareggio con una sfortunata deviazione di Gavioli in seguito ad azione d’angolo causato da una grande parata di Carnesecchi.

Il portierone azzurro è riuscito a tenere a galla la squadra con un altro intervento decisivo ma al 22′ Ruiz è stato trattenuto da Udogie in area e l’arbitro non ha avuto dubbi a fischiare il rigore (a noi i dubbi sono rimasti).Lo stesso Ruiz ha trasformato portando in vantaggio i suoi.

Da lì alla fine poche emozioni se non l’espulsione dello stesso Udogie per un secondo giallo che ha tagliato definitivamente le gambe all’Italia. I cambi non hanno modificato nulla al fischio finale è stata festa iberica.

IL TABELLINO

SPAGNA-ITALIA 2-1

RETI: 34′ pt Merola (I), 15′ st aut. Gavioli (S), 23′ st rig. Ruiz (S)

SPAGNA : Tenas; Miranda, Garcia, Guillamon, Sànchez; Moha (45′ st Mollejo), Blanco (30′ st Orellana), Gòmez; Gil (41′ st Marques), Ruiz (45′ st Chust), Torres. All. Santi Denia.

ITALIA: Carnesecchi; Ferrarini, Bellodi, Gozzi Iweru, Udogie; Fagioli (41′ st Corrado), Ricci, Portanova; Merola (25′ st Piccoli), Raspadori (25′ st Salcedo), Petrelli (7′ st Gavioli). All. Carmine Nunziata.

ARBITRO: Peljto (Bosnia).