Kubrick e il finto allunaggio, il regista lascia i messaggi nel film ‘Shining’

La conquista della Luna avvenuta il 20 luglio del 1969, esattamente 50 anni, grazie agli astronauti statunitensi Neil Armstrong e Buzz Aldrin, sarebbe tutta una farsa. Le riprese dell’evento sarebbero state girate da Stanley Kubrick nel suo studio e lo stesso ne sarebbe stato il regista. Le prove di ciò le ha lasciate proprio lui nel film Shining (1980) con messaggi subliminali. Ciò che vi stiamo dicendo è una tesi portata avanti da un famoso documentario presente da anni su Internet.

Kubrick regista del finto allunaggio?

Nel 1968 lo statunitense gira ‘2001: Odissea nello spazio’ e pare che, in occasione di questo film, sarebbe stato segretamente chiamato dal governo per girare il finto allunaggio vista l’enorme capacità con questo tipo di effetti speciali. Kubrick sarebbe stato poi, ovviamente, costretto al silenzio e per questo motivo avrebbe disseminato in ‘Shining‘ diversi elementi velati che portano a galla la verità.

Non solo Kubrick, ma anche altri registi avrebbero giocato sulla questione del finto allunaggio. Basti pensare ad Interstellar di Nolan ambientato nel 2067. In Apollo 13 di Ron Howard invece sembrava che ci fosse il timore di rimostrare i doppioni dell’allunaggio miracoloso del ’69.

Buzz Aldrin: “Finto allunaggio? Ci avrebbe subito smascherato”

Buzz Aldrin, secondo uomo ad andare sulla Luna, qualche tempo fa ha fatto capire che i russi avrebbero fatto di tutto per smascherarli e ce l’avrebbero fatta qualora questa fosse stata tutta una montatura. Ecco le dichiarazioni dell’ex astronauta: “I russi, a quei tempi, avrebbero fatto qualunque cosa pur di smascherare un finto allunaggio. Basta guardare Google Moon e le foto scattate dagli orbiter lunari: ancora si vedono i siti di allunaggio delle missioni Apollo. E, addirittura il percorso che Neil seguì fino al limitare del cratere, prima di rientrare nella navicella. Prove più valide di queste, non ne esistono”.

M.D.G