Una coppia dedita alla truffa che era riuscita a mettere in mezzo persino George Clooney. Ora però sono stati arrestati in Thailandia e Vanja Goffi oggi è stata estradata in Italia.

É arrivata questa mattina a Malpensa, per essere trasferita subito in carcere, Vanja Goffi arrestata in Thailandia un mese fa. La donna, insieme ad suo complice Francesco Galdelli, è considerata una regina della truffa, colpendo anche personaggi celebri come George Clooney. I due, per sfuggire alla giustizia italiane e internazionale si erano rifugiati in Thailandia. Ma qui sono stati bloccati nel giugno scorso terminando la loro latitanza.

Per la 45enne e il suo complice era stato emesso un mandato di arresto internazionale. I due infatti sono considerati autori di una serie infinita di truffe e raggiri, anche a Clooney che inconsapevolmente era finito nelle loro mani.

Grazie alla loro abilità nella truffa avevano creato dal nulla una linea di abbigliamento sfruttando il nome dell’attore. Una vicenda messa in evidenza anche da alcuni servizi di ‘Striscia la Notizia‘. Il tg satirico di Canale 5 con i suoi inviati aveva incontrato Vanja Goffi fingendo di essere interessati alla collezione ed era emerso il raggiro.

Ben architettato, ovviamente, anche per essere credibile. Circolavano infatti alcune immagini con la donna ritratta accanto a George Clooney, ma erano solo fotomontaggi. E lui era stato anche chiamato a testimoniare a Milano, confermando tutto, compreso il fatto che avessero falsificato la sua firma su alcuni documenti.

Ma la coppia di truffatori aveva anche altri cavalli di battaglia. Come quella legata alla vendita online di alcuni preziosi orologi Rolex. Peccato però che agli acquirenti arrivassero poi solo confezioni con pacchetti di sale.

Leggi anche: Lago di Como, una multa per chi disturba Clooney

Truffa: i Bonnie & Clyde italiani arrestati in Thailandia

Proprio per la loro abilità nella truffa e il fatto di essere diventati imprendibili dagli investigatori, i due erano diventati gli “Italian Bonnie & Clyde”. Sempre in fuga e sempre un passo davanti a tutti, anche se in realtà

In realtà già nel 2014, il 57enne Francesco Galdelli era stato arrestato mentre di trovava in un albergo di Pattaya. Portato nel carcere locale, l’uomo però era riuscito a scappare con la complicità di alcune guardie che dovevamo occuparsi del suo trasferimento e invece dietro il pagamento di una somma di denaro l’avevano lasciato libero.

La lunga fuga delle coppia dedita alla truffa è finita il 16 giugno scorso sempre a Pattaya. Merito di un’operazione messa a segno da un’azione coordinata tra l’Interpol di Roma e la Royal Thai Police, in collaborazione con il Nucleo investigativo dei carabinieri di Milano.

Oggi Vanja Goffi è atterrata in Italia. Il suo complice invece rimarrà in Thailandia in attesa di giudizio. Infatti è accusato di evasione e rischia una condanna a tre anni di carcere.

F.D.