In Svezia bottino finale da record negli Europei Under 20 di atletica per l’Italia. Undici medaglie, cinque delle quali d’oro, e diversi talenti da crescere.

Sono Europei Under 20 di atletica da record per l’Italia. Con i due ori di oggi, conquistati da Larissa Iapichino nel Lungo e Carolina Visca nel Giavellotto, gli azzurri tornano a casa da Boras con un bottino eccellente. Seconda piazza nel medagliere complessivo con ben 5 ori, 3 argenti e 3 bronzi. Meglio dei noi soltanto la Gran Bretagna che ha chiuso la rassegna continentale con 15 podi complessivi e sei medaglie d’oro.

Prima della giornata finale, a salire sul gradino più alto del podio erano già stati Lorenzo Paissan e Vittoria Fontana nei 100, oltre a Edoardo Scotti nei 400. Mancavano due medaglie pesanti nei concorsi e sono arrivate in chiusura, con Larissa Iapichino e Carolina Visca.

Una doppietta non necessariamente annunciata. Perché Larissa ha saputo eguagliare mamma Fiona May e la sua vittoria gli Euro Juniores di 32 anni fa, con una misura simile, confermano che il futuro è tutto nelle sue gambe ma anche nella sua testa. Da podio era potenzialmente anche la romana Carolina Visca.

Già argento nel giavellotto durante la passata edizione. Ha dominato la gara con un secondo lancio notevole e a mente sgombra, con la certezza dell’oro, nell’ultimo si è anche migliorata chiudendo con la misura di 56.48, un metro e mezzo meglio della tedesca Julia Ulbricht che eta la grande favorita.

Leggi anche: Universiadi: doppio oro nell’atletica, beffa ai rigori nel calcio

Europei Under 20 di atletica, Italia mai così bene nella storia

Ma l’ultima giornata degli Europei Under 20 di atletica ha portato anche altri podi preziosi. Come quello di un’altra figlia d’arte, Nadia Battocletti, nei 5000. La mezzofondista trentina ha anche abbassato il proprio personale chiudendo con il tempo di 16’09”39 battuta solo dalla slovena Klara Lukan.

Argento anche per la 4×100 maschile. Il quartetto italiano formato da Lorenzo Paissan, nuovo re continentale sulla distanza, Mattia Donola (bronzo nei 200 metri), Lorenzo Ianes e Lorenzo Patta ha chiuso in 39”89. Un tempo che valeva il terzo posto, ma la squalifica della Gran Bretagna ha fatto avanzare gli azzurri di una piazza.

Bene anche Riccardo Orsoni, secondo nella 10 km di marcia a ritmo di primato personale (41’51”71) che abbassa notevolmente il suo precedente. Infine nell’ultima giornata degli Europei Under 20 di atletica bronzo di Elisa Ducoli nei 3000 metri.

Il bilancio finale è esaltante. Mai dal 1970, anno della prima edizione, a oggi l’Italia era andata complessivamente così bene negli Europei Under 20 di atletica (ci sono anche 5 quarti posti): “Da qui esce un’Italia piena di entusiasmo – ha detto Tonino Andreozzi, direttore tecnico per le squadre giovanili, all’ufficio stampa Fidal – una squadra compatta. Ho fatto tante edizioni, ma non mi sono mai emozionato come adesso”.

F.D.