Siria, Attacchi aerei uccidono almeno venti persone

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:57

Siria, panico su una città occupata dai ribelli dove degli aerei hanno aperto il fuoco sui mercati più popolati della città

Torna il panico in Siria. Nella giornata di ieri infatti, alcuni aerei hanno attaccato una delle principali città occupate dai ribelli islamici. Nel bombardamento ci sono stati almeno venti morti e numerosi feriti.

Le incursioni sulla città siriana sono stati effettuati da jet di provenienza siriana o russa. I jet hanno preso di mira una delle città principali e più popolate dell’occupazione islamica, Maarat al-Numan. La città in questione si trova nella provincia meridionale di Idlib. Gli aerei hanno lasciato sulla città una scia di vittime e distruzione.

Un soccorritore della squadra di difesa civile di Idlib, alla ricerca dei corpi sotto le macerie  ha dichiarato riferendosi al presidente russo Vladimir Putin: “Possa Dio vendicarsi dei suoi crimini.”

Siria, la campagna russa colpisce ancora sui mercati

Ancora una volta l’obiettivo delle forze militare russe, sono stati i mercati e le zone popolate della città. L’ultimo attacco timbrato Russia in Siria, c’era stato nello scorso aprile. Anche in quella circostanza, l’obiettivo della truppa di Putin fu una città residenziale. Purtroppo, come è accaduto negli ultimi bombardamenti, a rimetterci la vita sono stati centinaia di cittadini innocenti.

Inoltre l’offensiva sostenuta dalla Russia, non è stata nemmeno efficace, con i russi che non riescono a fare passi in avanti sui territori dei ribelli siriani. Qui i ribelli jihadisti siriani sostenuti dalla Turchia, ce la stanno mettendo tutta per difendere il loro ultimo baluardo nelle province settentrionali di Hama e Idlib, opponendo una fiera resistenza.

D’altra parte la Russia e l’esercito Siriano, al momento negano tutte le accuse di bombardamento indiscriminato di aree civili. I due eserciti infatti, dichiarano di star solamente combattendo i militanti islamici ispirati ad Al Qaeda.

L.P.

Per altre notizie dal Mondo, CLICCA QUI !