Tragico incidente nelle acque oceaniche del North Carolina, dove un uomo è morto a causa delle onde che gli hanno spezzato il collo

Un uomo del North Carolina è morto dopo un bizzarro incidente nelle acque oceaniche agitate del North Carolina. Secondo quanto riportato dalla moglie,.

Il suo nome erea Lee Dingle, padre di sei bambini , che ha perso la vita tragicamente e nel modo più inaspettato. Lee stava giocando in compagnia dei propri figli, in acque poco profnde, sulla spiaggia di Oak Island nella Corlina del Nord. All’improvviso un’onda “alta” si stava per abbattere su Dingle e i propri figli. Lee nell’intento di proteggere i suoi figli ha fatto da scudo, con l’onda che lo ha scaraventato violentemente sulla sabbia. L’impatto con la sabbia gli avrebbe rotto il collo, come riporta la moglie Shannon Dingle.

Sempre Shannon, sul proprio GoFundMe, ha raccontato che i figli hanno provato in tutti i modi a salvare il padre, Ma il gonfiore alla gola era tale da tagliargli l’ossigeno al cervello.

Chi era l’uomo, Lee Dingle

Lee Dingle e Shannon Dingle si erano conosciuti da teenager. Da quell’incontro è nata una bella storia d’amore,he Shannon non avrebbe mai immaginato di dover interrompere così drammaticamente.

L’uomo colaborava per la rete televisiva WTVD di ABC Releigh. Anche l’emittente televisiva si è stretta subito al dolore della famiglia.

A stringersi attorno al dolore della famiglia Dingle, ci ha pensato anche l’associazione per le adozioni “The Arcibal Project”. Con questa associazione, Lee era riuscito ad adottare quattro dei suoi sei bambini. tre erano dei fratelli provenienti dall’Uganda, mentre l’ultima arrivata in casa Dingle era la piccola Zoe, affetta da paralisi cerebrale e proveniente dal Taiwan.

Dingle era apparso per la prima volta sulla rete WTVD nel 2016, dopo che un’azienda locale di forniture mediche, fornì una sedia a rotelle elettrica per la piccola Zoe. Inoltre come riporta la stessa emittente, da poco era stato promosso come partner della Atlas Engineering.

L.P.

Per altre notizie di Cronaca, CLICCA QUI !