Tour de France 2019: sotto la grandine Egan Bernal in giallo

Nella penultima tappa alpina del Tour de France 2019 è successo di tutto. Ma il colombiano Bernal, in fuga, è il nuovo leader della corsa.

Più forte di tutto, non della grandine sul Tour de France 2019. Così Egan Bernal a 22 anni e mezzo (è nato il 13 gennaio, come Marco Pantani) per la prima volta indossa la maglia gialla.

Lo fa al termine di una tappa che in realtà non è nemmeno finita perché il maltempo e una frana sulla strada da percorrere nel finale verso Tignes ha bloccato tutto. Ma prima aveva fatto il vuoto e tanto basta per scalzare Julian Alaphilippe.

Prima che il meteo decidesse di rovinare il finale, la diciannovesima tappa del Tour de France 2019 era stata bellissima. Il solito gruppetto di attaccanti, in mezzo anche Vincenzo Nibali (che ha offerto segnali confortanti per una volta), Damiano Caruso e Giulio Ciccone. Sono stati loro ad animare tutta la prima parte della tappa, ma il gruppo ha concesso pochissimo e questo ha fatto pensare che ci sarebbero stati attacchi.

Molto prima di arrivare sull’Iséran si è ritirato Thibaut Pinot (quarta volta in sette partecipazioni) fermato da un problema muscolare. Poteva essere un fattore, ma nulla sarebbe riuscito a fare per contrastare lo scatenatissimo Bernal.

Il colombiano ciclisticamente nato in Piemonte, perché è stato Gianni Savio con la Androni a farlo debuttare nel grande ciclismo, è stato perfetto. Sull’Iséran il primo ad attaccare è stato Geraint Thomas. Ripreso lui, è toccato a Egan Bernal e ha fatto subito il vuoto andando a riprendere tutti e passando per primo agli oltre 2700 metri della vetta.

Leggi anche: Tour de France 2019: vince Quintana e Alaphilippe ride

Tour de France 2019, la giuria ferma Bernal in fuga

Ancora non lo poteva sapere, ma la tappa è finita lì. Poco oltre la discesa che portava verso il traguardo di Tignes passando per Val d’Isére, una violenta grandinata ha invaso la strada e provocato anche una piccola frana. Impossibile passare tutti i corridori fermati a Isére, con Bernal e Simon Yates in testa.

Corsa prima neutralizzata, poi fermata definitivamente dalla giuria. Così nessuna soddisfazione di arrivare a braccia alzate e nemmeno la curoisità per vedere quanto distacco avrebbe dato agli altri. Però Egan Bernal è la nuova maglia gialla del Tour de Framce 2019, con 48” su Julian Alaphilippe e poco più di un minuto su Geraint Thomas che domani potrà puntare almeno al secondo posto sul podio di Parigi.

Domani la ventesima tappa che terminerà a Val Thorens dopo aver scalato il Cormet de Roselend e la Côte de Longefoy. La salita finale è lunga più di 33 km, non difficilissima ma sfinirà tutti. Tranne Bernal.

CLASSIFICA GENERALE: 1. Egan Bernal (Col) in 78h00’42”, 2. Julian Alaphlippe (Fra) a 48″, 3. Geraint Thomas (Gbr) a 1’16”, 4. Steven Krujiswjik (Ola) a 1’28”, 5. Emanuel Buchmann (Gr) a 1’55”, 14. Fabio Aru (Ita) a 23’14”.

F.D.