Meteo, Italia divisa in due: grande caldo, ma arrivano le grandinate

Ancora una volta luglio si conferma come il mese più caldo dell’anno ma il meteo cambierà. Tra oggi e domani possibili rovesci con grandinate su diverse regioni.

Caldo africano sull’Italia? In realtà il meteo conferma che mai come oggi, 27 luglio, l’Italia è divisa in due. Ancora afa opprimente in diverse regioni d’Italia. Ma anche il rischio di temporali pronti a trasformarsi in nubifragi sul Nord-Est e non solo. Una situazione che nella notte tra il 27 e il 28 luglio potrebbe anche peggiorare.

Molto democraticamente nelle ultime ore le temperature bollenti hanno deciso di non fare differenza tra regioni settentrionali e meridionali. E così tra ieri e oggi Venezia, Ancona, Pescara e Bari sulla fascia Adriatica, ma anche Latina, Civitavecchia, Napoli e Viterbo dall’altra parte. E ancora la Sicilia, con Catania, Messina Palermo tutte sopra i 36°.

Una fase di caldo africano sull’Italia, con i venti a spirare dal Sud. Nella giornata di oggi il meteo ha concesso poca tregua ancora ad Ancona e Pescara così come a Bologna, Perugia e Venezia ma anche a Bolzano, che non è propriamente abituata.

Assalto agli stabilimenti balneari, dove era possibile, alle fontane e ai centri commerciali nelle grandi città, perché almeno lì c’è aria condizionata tutto il giorno e non si deve nemmeno pagare. Ma in compenso non c’è ancora stato il temuto assalto ai Pronto Soccorso che le temperature degli ultimi giorni facevano temere.

E comunque gli esperti di meteo ricordano che la colonnina di mercurio impennata è nulla rispetto allo stesso periodo di dieci anni fa. Sulla Piana di Catania la temperatura infatti arrivò alla quota record di 45° e ne furono registrati 42 a Gioia del Colle, 41,6° a Messina, 41,5° a Bari o ancora 40,8 a Reggio Calabria.

Leggi anche: Previsioni Meteo: In arrivo un caldo da record ad inizio settimana

Meteo, in arrivo maltempo con forti grandinate su diverse regioni

Le previsioni meteo però annunciano un brusco cambiamento già nelle prossime ore con un deciso peggioramento che porterà temporali diffusi e intensi. Così il Dipartimento della Protezione Civile ha previsto allerta arancione in Veneto, Lombardia, Liguria e Lazio. Sarà invece allerta gialla, specie domenica 28, in Campania, Basilicata, Abruzzo, Molise, Calabria e Sardegna

Nella tarda mattinata di domenica sono attesi venti forti specie su Sardegna (con burrasca forte), Lazio, Abruzzo, Campania e Puglia settentrionale. Possibili anche grandinate e intensa attività elettrica.

F.D.