Chi era Noemi, la giovane vittima di una tromba d’aria a Focene

Chi era Noemi Magni, la giovane vittima di una tromba d’aria a Focene: legata alla sua famiglia, i genitori gestiscono un noto stabilimento balneare.

Nella notte tra sabato 27 e domenica 28 luglio, sul litorale nord tra Fiumicino e Focene, una violenta tromba d’aria ha sbalzato un’auto in transito sul guardrail. A bordo c’era una ragazza di soli 27 anni: Noemi Magni. La sua vicenda in queste ore ha suscitato grande emozione. I genitori della ragazza sono molto conosciuti: sono infatti i proprietari del Coco Bongo Beach di Focene. Il padre – in particolare – è Franco Magni, che qualche anno fa balzò alla cronaca nazionale. Ex centurione, nel 2012 e 2015 l’uomo salì sul Colosseo e minacciò di buttarsi di sotto per protestare contro il Comune di Roma e i regolamenti sul turismo. Anche per tale ragione, la morte della giovane ha toccato profondamente tutto il litorale romano.

Chi era e come è morta Noemi Magni

Ma oltre all’aspetto familiare, Noemi Magni era una ragazza molto conosciuta essa stessa: oltre a gestire il locale con i genitori, amava la break dance, di cui voleva fare i campionati italiani. Era poi legatissima al suo cane, un chihuahua, che era con lei e anche lui non è sopravvissuto all’improvvisa tromba d’aria che l’ha uccisa, strappandola all’affetto dei suoi cari.

“Maledetto destino, non si può accettare una tragedia del genere”, sottolinea qualcuno sui social, parlando della tragedia che ha colpito la ragazza, che aveva studiato al liceo scientifico-linguistico e parlava quattro lingue. Sempre per un tragico scherzo del destino, a trovare per prima la giovane è stato proprio il suo papà. L’uomo disperato l’ha trovata agonizzante e ha tentato in tutti i modi di rianimare sua figlia, ancora prima dell’arrivo dei soccorsi. Ha anche mandato il fidanzato della giovane a prendere un defibrillatore, ma per Noemi Magni non c’è stato nulla da fare. Troppo gravi i traumi causati dalla caduta successiva all’esser stata colpita dalla tromba d’aria.

Cordoglio per la morte di Noemi

Per la morte della ragazza, indetto il lutto cittadino a Fiumicino. Lo ha deciso il sindaco Esterino Montino, che ha spiegato: “Appena giunto a Focene ho potuto incontrare i genitori della ragazza. A loro e a tutti quelli che la conoscevano va il mio più caloroso abbraccio e la mia più sincera vicinanza per la tragedia che li ha colpiti”. Stasera a Focene è prevista anche una fiaccolata per ricordare la ragazza tragicamente scomparsa. Oltre al fidanzato e al padre, Noemi Magni lascia una sorella più piccola e la sua mamma, che urla anche lei il proprio dolore: “Vi prego, svegliatemi, ditemi che è un brutto sogno”.