Traffico in Italia, primo weekend di Agosto da bollino rosso

Caldo e vacanze, il primo weekend di Agosto con traffico da bollino rosso

Da domani si entra nel penultimo mese estivo e con esso sta arrivando l’ennesima orda di auto che percorrono le autostrade italiane per andare in vacanza. Complici le alte temperature, sabato 3 Agosto e domenica 4 Agosto si registra traffico da bollino rosso. Sono previsti aumenti del traffico con direttrice in particolare da Nord verso Sud con possibili code e incolonnamenti come segnala il sito Autostrade per l’Italia.

Bisogna prestare particolare attenzione agli scioperi. Secondo quanto riporta l’agenzia di stampa ANSA, i sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Sla Cisal e Ugl Trasporti hanno proclamato 4 ore di sciopero a singhiozzo i prossimi 4 e 5 agosto. Nel dettaglio le ore di sciopero di domenica 4 andranno dalle 10 alle 14 e dalle 18 alle 22, alle quali si aggiungeranno quelle dalle 22 alle 2 di lunedì 5. A rimanere attivi saranno invece i lavoratori addetti alle sale operative, gli addetti agli impianti e gli addetti al “pronto intervento”. Lo scorrimento sarà ancora più rallentato e si potrà passare ai caselli autostradali solo con Telepass e carte di credito.

LEGGI ANCHE: METEO: CALDO AFRICANO NEL SUD ITALIA, QUALCHE TEMPORALE AL NORD

Traffico in Italia, dove vanno gli italiani?

Oltre il 90% degli italiani si concederà almeno una vacanza nel periodo giugno-settembre 2019. La maggior parte ha le idee chiare: il 33% farà soltanto un viaggio, il 30% due mentre una minoranza (13%) addirittura più di due. Resta un 18% che andrà in vacanza ma che non ha ancora deciso quanti viaggi farà: una quota più alta rispetto al 2018 (14%) che significa, probabilmente, che la pianificazione delle vacanze quest’anno avverrà più sotto data.

Le partenze si concentreranno ad agosto (36%) e a seguire in luglio (30%). Nonostante negli ultimi anni settembre sia stato preferito a giugno, per l’estate 2019 si riscontra invece un equilibrio (entrambi al 14%): si andrà dunque in vacanza in anticipo rispetto all’anno scorso. Mediamente si starà fuori casa per 12 giorni.

Confrontando i comportamenti di viaggio del 2019 con quelli del 2018 emerge un quadro incoraggiante per il turismo degli italiani: il 59%, infatti, farà un numero di viaggi simile allo scorso anno (il 22% ne farà addirittura di più) e il 63% afferma che la loro durata sarà invariata (mentre il 16% farà viaggi più lunghi). Il dato più positivo è quello della propensione alla spesa: il 43% ha una disponibilità analoga al 2018 mentre arriva al 32% la quota di coloro che spenderanno di più.