Medjugorje: decine di migliaia al Festival dei Giovani – VIDEO

Medjugorje: decine di migliaia al Festival dei Giovani, un raduno che ha raccolto fedeli da tutto il mondo ma ignorato in Italia.

Decine di migliaia di giovani provenienti da tutto il mondo hanno partecipato a un raduno a Medjugorje, luogo di culto mariano. Si tratta del 30esimo Festival dei Giovani, un evento del quale in pochi tra i media italiani hanno parlato. Difatti, al di là di alcuni siti specializzati, la copertura mediatica è stata davvero minima. Le immagini della lunga diretta video, invece, sono state trasmesse da Youtube, attraverso un canale dedicato: all’interno dell’evento religioso, storie di conversione, di preghiera, di riflessione.

Leggi anche –> Miracolo a Medjugorje ? – il VIDEO dell’apparizione che spopola in rete

Le testimonianze di fede al Festival dei Giovani di Medjugorje

I giovani presenti al Festival sono arrivati da tutto il mondo: tantissime le bandiere del Brasile e di molti altri Paesi del Sud America, consistente la delegazione italiana. C’è la testimonianza di Emanuela: “Facevo parte di movimenti a favore dell’aborto, ed ho fatto abortire una mia amica. Ho iniziato ad avere un forte senso di depressione e di angoscia”. Ma c’è spazio anche per una romantica proposta di matrimonio, sulle note di Jesus Christ you are my life, che ha emozionato i presenti.

A Medjugorje era presente il vicario del Papa per la diocesi di Roma, il card. Angelo De Donatis, segno di un profondo riconoscimento da parte della Chiesa rispetto a quello che è il Culto Mariano. Durante l’omelia ha sottolineato: “Il Regno dei cieli è simile a una rete gettata in mare che raccoglie tutti i pesci possibili. Poi, tirata a riva, i pescatori selezionano quelli buoni da mangiare da quelli cattivi. Il Vangelo ci invita a purificare i pensieri per accogliere il pensiero di Cristo. Un cuore evangelico chiede una mente libera”. Per tale ragione, “essere sapienti significa imparare a vivere sin da giovani collocandosi nell’orizzonte della verità che non passa”. Sulla stessa lunghezza d’onda il nunzio apostolico in Bosnia ed Erzegovina, l’arcivescovo Luigi Pezzuto, che ha celebrato l’omelia nel secondo giorno e ha affermato un messaggio: “Noi leggiamo oggi l’evento dell’Annunciazione nell’ottica del primo ‘Seguimi’, pronunciato nei confronti di Colei che, con il suo ‘si’, sarebbe diventata la Madre del Figlio di Dio. Possiamo allora dire che Maria ancor prima di essere madre, si è collocata come ‘Discepola’ del Verbo di Dio”. L’esempio di Maria è il modello al quale i giovani presenti al Miladyifest, il Festival dei giovani, aspirano e fanno riferimento.

Leggi anche –> Rientrano da Medjugorje: alla frontiera succede di tutto