Pamela Prati torna ad essere Paola Pireddu. La rinascita comincia dal nome

Era da tempo che Pamela Prati non faceva parlare di sé dopo la storia di Mark Caltagirone. E’ tornata sulla bocca di tutti dopo aver rilasciato un’intervista al giornale Oggi. 

“Oggi sono Paola Pireddu. Sono caduta e ho provato a rialzarmi. – ha rivelato- Non è stato semplice e tuttora non lo è, ma quella Pamela non esiste più, e son dovuta tornare a essere Paola per trovare la forza e rimettermi in piedi. Paola è un nome semplice, dolce, forte. Ma è soprattutto il nome di una donna libera”.

La Prati nega di essere irrisa e osteggiata per lo scandalo del finto matrimonio con l’inesistente Mark Caltagirone: “No, la gente mi comprende. Bisogna distinguere la tv, i social che sono irreali, dalla vita vera. E la mia vita è fatta di persone che mi fermano per strada e mi abbracciano. Che mi hanno compresa e fatto sentire amata”.

LEGGI ANCHE: SIMONE COCCIA CONTRO TONY COLOMBO: “UOMO DI ME*DA” – VIDEO

La nuova Serie TV targata Netflix che racconta la storia di Pamela Prati

Sembrava essere solo uno scherzo mediatico quello che narra già da tempo di una Serie TV Netflix sulla surreale storia di Pamela Prati. Invece lei stessa annuncia un grande progetto: “Sto girando l’Italia alla ricerca delle location giuste per il mio film: la mia storia attrae sia Sky sia Netflix”. E aggiunge: “Chi interpreterà la mia parte? Ovviamente io. E chi se no?”.

Pamela o Paola, che dir si voglia, torna a parlare della sua storia. Vittima di un fake, è stata travolta in una storia senza fine ( e per certi versi anche poco chiara ) in cui si è ritrovata sposata con Mark Caltagirone e madre di due figli Sebastian e Rebecca. Nessuno dei tre è mai esistito o meglio erano attori ingaggiati per mettere su questa farsa. A che scopo? Da chi? Pamela sulla questione ha soltanto detto: “Quello che è successo è colpa della la mia fragilità. La perdita di mia sorella due anni fa mi aveva provata profondamente e come tante donne nella fragilità sono inciampata e ho battuto la faccia”