Terremoto, scosse a Rovereto e Muro Lucano: “Avvertite nitidamente”

Ancora preoccupazione stamattina in Italia per il terremoto, scosse vicino a Rovereto e a Muro Lucano: “Avvertite nitidamente”.

Due scosse di terremoto a distanza di pochi minuti si sono verificate stamattina. Nel pomeriggio di ieri, un’altra scossa nel cosentino. Se da un lato si tratta di fenomeni sismici che non dovrebbero recare danni alle cose, dall’altro c’è la paura della popolazione. Infatti, queste scosse vista la vicinanza ai centri abitati e l’ipocentro basso vengono nitidamente percepite dalla gente. Così, anche stamattina, da Nord a Sud della Penisola, le segnalazioni sono davvero molte.

Scosse di terremoto: la mappa del sisma in Trentino e Basilicata

Il terremoto dunque ha colpito sia il Trentino che la Basilicata a distanza di pochi minuti. La prima scossa in Lucania, nello specifico in provincia di Potenza, è stata “avvertita nitidamente”, come segnala su Facebook un utente e sottolineano le cronache locali. La scossa di magnitudo 3.1 è stata registrata alle 7.31 a un km da Muro Lucano e un ipocentro di appena 7 km di profondità. Per tale ragione, la scossa è stata avvertita fino a Ruvo del Monte, Baivano e Avigliano. In tutto, in un’area compresa entro i 20 km, abitano circa 80mila persone. Il capoluogo Potenza dista 33 km dall’epicentro.

Appena 5 minuti dopo, alle 7.36, una scossa di magnitudo 3.4 ha avuto come epicentro Vallarsa, in provincia di Trento. Trema dunque anche il Trentino-Alto Adige. Anche questa scossa è stata nitidamente percepita dalla popolazione, e ha avuto ipocentro a una profondità di 12 km. Nell’area entro i 20 km abitano oltre 120mila abitanti, mentre la località più importante della zona è Rovereto. Il capoluogo di regione, Trento, dista 33 km dall’epicentro. Segnalazioni arrivano da un po’ tutta la provincia, ma anche dal vicentino e dal veronese.