Pesaro, arrestato ex calciatore: spacciava cocaina

 

Pesaro, arrestato un ex calciatore: spacciava cocaina. I militari scoprono il tutto in un’attività di controllo sul territorio e allertano i Carabinieri 

Pesaro, arrestato un ex calciatore. Si tratta di una promessa del calcio, uno degli attaccanti più forti sui campi della provincia, e oggi operaio in una fabbrica del posto. Ma alla passione per la palla ha affiancato quella per la droga, così M.S., classe ’82, nato a Fano ma residente nella città delle Marche, è stato arrestato quest’oggi.

Vercelli, ex calciatore spacciava cocaina

L’uomo, oggi 36enne, è stato preso nella sua abitazione direttamente dai militari, impegnati in un’attività di controllo sul territorio. Quando hanno visto due tossicodipendenti entrare e uscire da una casa, li hanno fermati e controllati. Così uno dei due ha ammesso di aver comprato la dose dall’ex giocatore. L’altro, invece, sarebbe stato il fornitore del pusher, da cui l’ex giocatore aveva appena fatto un po’ di scorta di polvere bianca. Da lì l’arrivo dei Carabinieri, i quali, dopo avergli trovato altra cocaina sia addosso che in casa, lo hanno portato in caserma con l’accusa di spaccio.

L’ex atleta ci ricasca. Nel 2010, infatti, era stato già arrestato e condannato a 8 mesi per lo stesso motivo. A distanza di 9 anni non tornerà in carcere, ma avrà l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per tre volte a settimana. Dopo essersi dichiarato dipendente e aver ammesso di aver ceduto un po’ di droga a un amico, il giudice lo ha rimesso in libertà con un provvedimento anche più morbido rispetto alla richiesta degli arresti domiciliari del Pm.

 

P.C.

 

Leggi anche: Vercelli: partorisce in casa, muore il bambino