Napoli, Ancelotti: “Zielinski gioca bene in questa posizione, Milik ok”

Carlo Ancelotti, allenatore del Napoli, ha parlato nella vigilia dell’amichevole contro il Barcellona. Il tecnico azzurro ha esaminato varie argomenti e diverse tematiche durante la sua conferenza stampa di presentazione. 

Napoli, Ancelotti parla prima dell’amichevole di questa sera contro il Barcellona. Il tecnico partenopeo ha presentato la sfida con una lunga conferenza stampa di presentazione. L’ex allenatore di Bayer, Milan e PSG ha analizzato il momento della stagione e l’andamento della squadra in vista dell’inizio della stagione ufficiale. Ecco le dichiarazioni dell’allenatore riportate da Il Corriere dello Sport.

LEGGI ANCHE —> Napoli, Mertens: “Spero che arrivino altri campioni in rosa!”

Napoli, Ancelotti: “Bene Zielinski in mediana, basta critiche a Milik”

Cosa mi aspetto? Nella prima gara di mercoledì col il Barcellona ho visto grande personalità. Vorrei rivederla. Mi auguro che la squadra ripeta quanto fatto di buono a Miami. I ragazzi hanno dimostrato carattere, personalità e buone idee e non dobbiamo far altro che confermarlo in campo domani anche per incrementare la nostra fiducia. 

Il momento della squadra? I ragazzi che hanno cominciato il 6 luglio la preparazione hanno già un’ottima condizione. Coloro i quali sono arrivati nelle ultime settimane stanno lavorando per migliorare. Aspetteremo inoltre quelli che arriveranno la prossima settimana. Il 24 saremo pronti. 

Valverde e le sue scelte? Sinceramente penso alla mia squadra. Probabilmente darò maggiore spazio a coloro i quali hanno giocato meno minuti nella gara di Miami. 

Le critiche su Milik? Milik è un attaccante ed è normale che nell’arco della gara abbia tante occasioni da gol, l’importante è farsi trovare lì per poter fare del suo meglio. Ha una struttura fisica imponente e ha bisogno di tempo per entrare in condizione. 

Zielinski? Piotr gioca in una posizione diversa rispetto la scorsa stagione, sta facendo bene e sono contento delle sue ultime prestazioni

Il Barcellona ha il miglior attacco? Se Neymar arrivasse, non sarà facile decidere chi scenderà in campo. Penso che Valverde abbia la capacità di gestione adatta, perché lo ha già fatto in passato. Ma penso che a vincere sia la squadra e non un singolo giocatore: sarà importante far capire a tutti i calciatori come giocare di squadra”.