Inter, Conte: “Non vogliamo perdere, Lukaku deve lavorare”

Inter Conte ha fatto il punto della situazione dopo il pareggio in amichevole contro il Valencia. Il tecnico ha analizzato la situazione ed anche le premesse in vista della stagione che a breve inizierà. 

Inter, Antonio Conte ha fatto il punto della situazione. Il tecnico nerazzurro ha parlato dell’amichevole pareggiata ma anche della stagione sempre più vicina all’inizio. A breve, infatti, si farà sul serio. E per questo bisogna fare il massimo per cominciare già pronti, con la squadra che ha i meccanismi già oliati e gli automatismi acquisiti in ogni reparto. Proprio per questo il tecnico italiano ex Juventus sta lavorando per fare della squadra un unico grande organismo in grado di adattarsi ad ogni gara. Di seguito le dichiarazioni durante la notte di Conte ai microfoni di InterTv, a margine del pareggio in extremis contro il Valencia grazie al gol di Politano.

LEGGI ANCHE —> Via da Milano, si avvicina alla Fiorentina: la situazione

Inter, Conte: “La squadra non vuole uscire dal campo sconfitta”

“Si trattava di un impegno difficile, importante, contro un’ottima squadra, che ha lo stesso allenatore da tanto tempo: l’anno scorso hanno vinto la Coppa del Re contro il Barcellona, per esempio. La prova dei ragazzi è positiva perché per l’ennesima volta hanno dimostrato di non voler mollare, non vogliono uscire sconfitti: è una cosa molto positiva a livello di mentalità. Ho detto loro che possono fare meglio, ma noi stiamo lavorando tanto per migliorare. Sono un po’ stanchi, perché stiamo lavorando dal punto di vista tattico ma anche fisico per mettere benzina. Quello di stasera è stato un altro step per crescere. 

Era la prima volta in questa estate che Lautaro e Politano giocavano assieme. Lautaro si allena con noi da pochi giorni, ma ci ha messo impegno e volontà. Matteo era rimasto fuori per un problema. Entrambi, ma in generale tutti, devono entrare bene nei meccanismi che chiedo in attacco. Sono contento per Esposito, entrato col piglio giusto, e per Longo, che ci dà una grande mano. 

Lukaku? Ha bisogno anche lui di lavorare, sia fisicamente sia per entrare nei nostri meccanismi. Sicuramente è un ottimo acquisto, siamo molto contenti. Lui ci mette grande voglia e impegno per farsi trovare pronto”.