Napoli, ambulante straniero preso a sassate da un gruppo di ragazzi

Dieci, questo è il numero dei ragazzi che domenica notte ha aggredito due ambulanti stranieri a Napoli. I cittadini del Bangladesh, di 39 e 42 anni, con regolare permesso di soggiorno, avevano da poco terminato di lavorare. Imboccata la via a ridosso del Lungomare di Mergellina, erano con i loro carrelli in direzione casa ai Quartieri Spagnoli. In quel momento, secondo quanto appreso da La Repubblica, sono stati accerchiati dal branco.

Il gruppo di aggressori avrebbe prima rubato delle custodie per telefoni, per poi minacciare i due che hanno subito chiesto la restituzione della merce oppure il pagamento. Questa richiesta non è però valsa a nulla perché i ragazzi hanno iniziato ad insultarli pesantemente e a lanciare grosse pietre. Una ha colpito il 39enne e l’ha seriamente ferito in volto. Non è stata però l’unica, perché ne sono arrivate altre. Malmenato invece l’amico 42enne che ha cercato in tutti i modi di soccorrerlo.

Ecco le condizioni dell’ambulante straniero preso a sassate

A fermare questo barbaro gesto, il fracasso di alcune persone che, dai propri palazzi, si sono affacciate su via generale Orsini (nei pressi di Santa Lucia) per capire cosa stesse accadendo. Il gruppo a quel punto è fuggito verso piazza Plebiscito.

I due sono poi stati soccorsi ed accompagnati all’ospedale Antonio Cardarelli che ha subito rese note le condizioni del ragazzo preso a sassate. L’uomo è grave: per lui un trauma cranico, ferite estese e fratture multiple al volto, con la necessità di almeno due interventi chirurgici nei prossimi giorni.

La polizia ha nel frattempo parlato con l’altro straniero, per capire le dinamiche dell’accaduto, che però non è stato in grado di rispondere alle domande. Ora è caccia alla branco.

Leggi anche—> GAVORRANO, UN 25ENNE UCCISO IN UNA SPARATORIA

M.D.G