Ben Yedder è ora un calciatore del Monaco. La punta lascia il Siviglia e la Spagna per trasferirsi definitivamente in Francia, nel Principato di Monaco, dove giocherà da ora in poi.

Ben Yedder è un calciatore del Monaco. L’attaccante spagnolo, infatti, ha deciso si abbandonare Siviglia e di trasferirsi ufficialmente ed a titolo definitivo nel Principato di Monaco. Sull’attaccante c’era stato in passato il Milan, che poi ha puntato su Duarte. Nelle ultime settimane, invece, il giocatore era tornato un obiettivo della Roma, che lo vedeva come un piano B in caso di addio di Edin Dzeko. Di seguito il comunicato monegasco.

Ben Yedder al Monaco, piaceva alla Roma: il comunicato

“Dopo aver giocato per la sua città a futsal, il nativo di Sarcelles si impegna nel 2009 nell’UJA Alfortville per evolversi nel campionato amatoriale di Francia. Migliorato tecnicamente, si è unito alla squadra di riserva del Toulouse FC prima di debuttare nella Ligue 1 durante la stagione 2010/2011.

Dopo una stagione di adattamento tra l’élite del calcio, si rivela il leader della squadra e capocannoniere di Tolosa, segnando 70 gol in 169 partite. Divisi in quattro stagioni (dal 2012/2013 al 2015/2016).

Trasferitosi al Sevilla FC nell’estate del 2016, l’attaccante ha realizzato tre stagioni con il club andaluso ed ha giocato nelle competizioni europee. Durante le gare internazionali ha mostrato le sue qualità di finalizzatore, trovando la rete in 22 occasioni in 29 partite. Diventa in tre anni il quarto miglior marcatore nella storia della squadra sivigliana (70 gol in 138 partite).

Dopo 3 stagioni per i Bleuets nel 2012, l’attaccante esplosivo viene chiamato da Didier Deschamps nel 2018 per una partita amichevole contro la Colombia e partecipa agli ultimi 3 incontri del Blues per le qualificazioni per Euro 2020 (1 goal)”.

LEGGI ANCHE —> Esordio con gol per De Rossi, che partita col Boca! – VIDEO

Le parole del giocatore

“Sono molto felice di essere un giocatore dell’AS Monaco. Ho sentito un forte desiderio da parte del Club di farmi venire qui ed ho accettato subito. Ho scelto Monaco perché credo in questo progetto e sono determinato a fare tutto il possibile per seguire le nostre ambizioni comuni.
Vengo con l’intenzione di dimostrare, come sempre, le mie qualità e con il desiderio di superare un nuovo livello e migliorarmi.  Voglio ringraziare il Club per la fiducia che mi dà. È una bella giornata e l’inizio di una nuova storia che non vedo l’ora di scrivere”. 

Fonseca blinda Dzeko

Mai come in questo momento, quindi, le parole del tecnico giallorosso Paulo Fonseca appaiono sicure e granitiche. Con il principale obiettivo giallorosso che cambia squadra, ora la Roma dovrà fare di tutto per trattenere Dzeko, che resta un obiettivo dell’Inter di Conte. Ecco le parole del tecnico portoghese di qualche giorno fa:

“Dzeko? È lo stesso che vedo dal primo giorno in cui sono arrivato. Ha lavorato sempre seriamente, è stato molto professionale e il risultato è davanti agli occhi di tutti. È un nostro giocatore e contro il Real Madrid ha fatto l’ennesima prestazione importante. È un giocatore di grandissimo valore, non ci sono dubbi. Se spero di trattenere Dzeko? Dzeko ha sempre dimostrato impegno, fin dal primo giorno. Per il momento fa ancora parte della rosa giallorossa, contiamo su di lui. Finché non succede qualcosa di diverso, fa parte della Roma.  Le caratteristiche del centrale difensivo che cerchiamo? Sicuramente un giocatore che abbia delle caratteristiche ben precise. Giochiamo sempre con la difesa alta, deve essere rapido, di esperienza e in grado di impostare. Quanto è vicina la squadra alla mia idea di gioco? Sicuramente si comincia a vedere qualcosa. C’è un’intenzione collettiva di gioco. C’è qualcosa da cambiare, ma quello che vedo nei giocatori è una certa apertura al cambiamento”.