Malore Sarri, la Juventus preoccupata. Momenti di preoccupazione per tutto lo staff ed i tifosi bianconeri, che ora attendono trepidanti notizie sul proprio tecnico.

Malore per Sarri. Il tecnico della Juventus non si è sentito bene durante il viaggio in bus e quando la squadra è arrivata a destinazione, non ce l’ha fatta a scendere. Immediatamente, riporta Sky Sport, il medico ufficiale bianconero Stefanini è salito sul veicolo per visitarlo. L’autobus, che si è fermato a Villar Perosa per la partitella con la Juventus B, ha ora solo poche persone a bordo. Insieme all’ex tecnico di Chelsea e Napoli ci sono il direttore sportivo della Juventus Fabio Paratici ed il dirigente bianconero Pavel Nedved. Si attende un comunicato che possa gettare luce sui dubbi e sulle voci che si stanno susseguendo in questi minuti. Si attende quindi una nota ufficiale del club bianconero.

Segui le nostre Notizie prima degli altri CLICCA QUI

Malore per Sarri, il tecnico resta sul bus della Juventus con Paratici e Nedved

Maurizio Sarri sarebbe reduce da una brutta influenza. Il tecnico tosano non è stato bene negli ultimi giorni ed ora che era partito con la squadra per la partitella, pare abbia risentito dei sintomi e del mancato riposo degli ultimi giorni. L’allenatore, nel momento in cui bisognava scendere dal veicolo, non si è sentito bene ed è restato sul pullman, riporta Sky Sport. Il medico della Juventus è atteso in questi minuti per visitarlo e chiarire ogni aspetto di quanto sta succedendo. La situazione non dovrebbe essere grave, ma senza dubbio è una spia d’allarme che farà preoccupare parenti, amici e tifosi della Juventus.

Non solo il tecnico, anche Cristiano Ronaldo non sta bene

Infortunio per Cristiano Ronaldo, l’attaccante bianconero si è fermato per un problema fisico. Il fuoriclasse portoghese non parteciperà alla solita partitella tra Juventus A e Juventus B organizzata dal club, ma sarà uno spettatore. Oggi a Villar Perosa, quindi, dalle ore 17 in poi, CR7 sarà in partita ma soltanto dagli spalti, per incitare ed applaudire i propri compagni di squadra. E chissà, magari scovare qualche potenziale talento tra le fila della seconda squadra del club torinese, che vanta un settore giovanile di livello molto alto. Senza dubbio per lui ci saranno elogi ed applausi, ma l’attaccante non potrà deliziare i propri tifosi in campo, almeno per oggi. Qui il comunicato con le condizioni del portoghese.