NFL in lutto, è morto l’ex giocatore Cedric Benson

Il runningback Cedric Benson, che per sette stagioni ha giocato nella NFL con tre maglie diverse, è morto in un tragico incidente stradale ad Austin.

Il mondo del football americano, in particolare quello della NFL, è in lutto per la morte improvvisa di Cedric Benson. L’ex stella della Texas University, che per sette anni ha anche giocato tra i professionisti, è morti in un tragico incidente stradale.

Cedric Benson, che non giocava più ad alto livello dal 2012, era ad Asustin in Texas, città alla quale era molto legato perché lì aveva spopolato all’università. In sella alla sua BMW, attorno alle 22 di sabato sera, 17 agosto, si è scontrato con un minivan. I particolari dell’incidente sono ancora al vaglio della polizia locale, ma la colpa potrebbe essere di una manovra azzardata da parte di uno dei guidatori. Rimane il fatto che lo scontro non ha dato scampo a Benson, morto così a 36 anni. Ma nell’incidente è anche deceduta un’altra persona, in base alle prime informazioni, e ci sono pure due feriti in condizioni non gravi.

Il suo ex allenatore dei Texas Longhorns, Mack Brown, ha risposto a un post su Instagram scrivendo: “Abbiamo perso un uomo fantastico troppo presto. #RIPOSA IN PACE”. Texas era il college nel quale come runningback si era fatto notare. Aveva chiuso i quattro anni di università con 5.540 yards corse e 64 touchdown, seconda miglior prestazione di sempre.

Leggi anche: Football americano, ecco il touchdown più bello della storia VIDEO

Cedric Benson, sette stagioni in NFL prima del declino

Grazie ai suoi grandi numeri al college, Cedric Benson era stato scelto dai Chicago Bears con il numero 4 al primo giro del 2005. E con loro firmò un contratto quinquennale del valore di 35 milioni di dollari, anche se con la maglia dei Bears non è mai stato decisivo.

Nel 2008 invece Benson è passato ai Cincinnati Bengals diventando titolare dopo sette partite. E la stagione successiva a metà del campionato era in testa alle classifiche per le corse. Con i Bengasl superò per la prima volte le 1.000 yards in una stagione e chiuse all’ottavo posto belle classifiche dei runningback. Un risultato ottenuto anche nel 2010 e nel 2011, centrando anche i playoff.

Nel 2012 è passato ai Green Bay Packers per puntare finalmente a vincere il Super Bowl, ma quella è stata anche la sua ultima stagione nella Lega. Ha chiuso la carriera con 91 partite, 31 touchdown su ricezione e 5.769 sempre su ricezione.

Due giorni prima dell’incidente Benson era comparso in un tribunale di Austin, dichiarandosi colpevole del reato di guida in stato di ebbrezza. Un’accusa relativa al 2017 e che sembra comunque non c’entrare nulla con l’incidente fatale.