Open Arms, sotto accusa medico di Lampedusa per i referti medici: “Non sono fasulli”

Open Arms, accusato il medico di Lampedusa: aveva dichiarato i migranti non malati. Referti medici sospetti che non coincidono con quanto dichiarato in precedenza

Nave Open Arms, sotto accusa il medico di Lampedusa. Il motivo? Aver dichiarato tutti i migranti non malati. Francesco Cascio, responsabile del poliambulatorio dell’isola siciliana, verrà ascoltato al rientro dalle vacanze su incarico della procura di Agrigento.

Il dottore, intanto, ha già rilasciato importanti dichiarazioni ai microfoni di Adnkronos: “In questa polemica c’è qualcosa che non quadra. Poi se vogliono dire che sono stato cuffariano facciano pure, non mi importa. Ma i fatti sono quelli. Ho avuto di peggio nella mia vita… Queste polemiche sui referti medici delle persone visitate fanno semplicemente vomitare. Non riesco a capire come nasce. La mia unica colpa quale sarebbe? Quella di avere fatto politica? Io ormai sono fuori dalla politica, da anni, e faccio il medico“.

Open Arms, parla il medico di Lampedusa

Il professore insiste: “E’ roba da pazzi pensare di aver fatto una marchetta con Salvini. Se su tredici migranti visitati, che secondo alcuni medici Cisom erano gravi, solo una giovane aveva una otite, cosa posso farci io? Mica posso inventare malattie che non esistono. Se qualche cretino pensa che io possa fare certificare a medici referti fasulli non posso farci niente. Io non ho più le energie, è diventato imbarazzante. È colpa mia se stavano bene? Ma ribadisco che non l’ho certificato io ma due medici di cui uno con 40 anni di attività di Pronto soccorso”, insiste l’uomo. 

Il tutto è nato quando il medico ha dichiarato che i 13 migranti della Open Arms fossero tutti in buona salute, eccetto un uomo con l’otite. La Open Arms, invece, rendeva noto su Twitter che tre persone erano state fatte scendere dalla nave “per complicazioni mediche che richiedono cure specializzate”, pressando nuovamente per far scendere “urgentemente” tutti gli immigrati imbarcati sulla nave perchè “l’umanità lo impone”. Matteo Salvini, via Facebook, ha commentato così la vicenda: “Vietato dire che gli immigrati della Open Arms non sono in emergenza sanitaria”. 

 

P.C.

 

Leggi anche: Terremoto: scossa nella notte in provincia di Terni