Da oggi al cinema Il Re Leone, un nuovo live action firmato Disney

Il re leone (The Lion King) è un film del 2019 diretto da Jon Favreau e prodotto dalla Walt Disney Pictures. Si tratta di un rifacimento fotorealistico di animazione computerizzata dell’omonimo film del 1994. Il film vede le voci di Donald Glover, Seth Rogen, Chiwetel Ejiofor, Alfre Woodard. Oltre alle voci di Billy Eichner, John Kani, John Oliver, Beyoncé, Knowles-Carter e James Earl Jones, che riprende nuovamente il ruolo di Mufasa.

I piani per il remake de Il re leone sono stati confermati nel settembre 2016 in seguito al successo de Il libro della giungla sempre dello stesso regista. Gran parte del cast principale è stato confermato all’inizio del 2017 e la produzione ufficiale è iniziata a metà 2017 a Los Angeles.

La produzione del film

Il 28 settembre 2016, Walt Disney Pictures ha confermato che Jon Favreau avrebbe diretto un remake del film d’animazione del 1994 Il re leone, che avrebbe ripreso le canzoni del film del 1994. Seguendo una serie di recenti successi al botteghino su altri remake Disney come Maleficent, Cenerentola, Il libro della giungla di Favreau e La bella e la bestia con gli ultimi tre che meritano anche elogi di critica. Il 13 ottobre 2016 è stato riferito che la Disney aveva ingaggiato Jeff Nathanson per scrivere la sceneggiatura del remake, con la storia scritta da Brenda Chapman, che era il capo della storia del film originale.

A novembre, parlando con ComingSoon.net, Favreau ha detto che la tecnologia della cinematografia virtuale che ha usato in Il libro della giungla sarebbe stata utilizzata in misura maggiore in Il re leone. Sebbene i media abbiano riportato Il re leone come un film d’azione dal vivo, utilizza in realtà l’animazione fotorealistica generata dal computer. La Disney inoltre non la descrisse come live-action, solo affermando che avrebbe seguito l’approccio “tecnologicamente innovativo” de Il libro della giungla. Tutte le scene sono generate al computer, eccetto l’inquadratura del sole che sorge, scena d’apertura del film, ripresa dal vivo.

Curiosità sul live action il Re Leone

Lo sviluppo del film ha richiesto più di 2 anni. Per rendere realistiche tutte le scene, il regista e altri 6 membri della troupe hanno trascorso 2 settimane in Kenya, percorrendola da nord a sud con più di 100kg di attrezzature.  Hanno fotografato e filmato sia gli animali che i luoghi che hanno ispirato le Terre del Branco, la Gola degli gnu e il cimitero degli elefanti. La storia de Il Re Leone è ispirata al capolavoro Shakespeariano Amleto. Molti temi infatti sono comuni ai due racconti come il rapporto padre-figlio e il conflitto con lo “zio”. Dietro ogni nome dei personaggi c’è un significato proveniente dalla lingua Swahili. Per esempio Simba vuol dire “leone”, Nala significa “regalo”, Rafiki viene tradotto con “amico”, mentre Pumbaa corrisponde a “sempliciotto”.

Il titolo originale pensato per il film era inizialmente “Il Re della Giungla”. Per la gioia di tutti gli appassionati Disney, non sarà l’ultimo live action. Sono già in cantiere altri titoli come Mulan, La Sirenetta, Hercules e tanti altri.

Doppiaggio italiano

A dare la voce a Simba e Nala sono Marco Mengoni ed Elisa, che insieme cantano anche la canzone portante del film: L’amore è nell’aria stasera/Can You Feel the Love Tonight. Doppiando Simba, Mengoni si è sentito un po’ Peter Pan. “All’inizio il mio personaggio è un giocherellone che non si vuole assumere le responsabilità di re”, spiega il cantante a Vanity Fair. “Anche io in alcuni momenti non vorrei invecchiare o prendermi certe responsabilità”. Nala invece “è molto ferma e decisa, da femmina richiama all’ordine il maschio travolto dagli amici Pumba e Timon (doppiati da Stefano Fresi ed Edoardo Leo ndr)”, aggiunge Elisa.“Ho cercato di mettere in luce la fierezza e la ribellione di Nala”.