Chi è Giovanni Martusciello, l’allenatore che sostituirà Sarri

Chi è Giovanni Martusciello, l’allenatore che sostituirà Maurizio Sarri in Parma-Juventus. Napoletano, è un ex calciatore con diversi trascorsi da vice allenatore

Via alla Serie A 2019/20. Si partirà con Parma-Juventus stasera alle 18.00, ma senza il neo allenatore bianconero in panchina. Causa una polmonite, Maurizio Sarri è infatti rimasto in clinica per la cura. Al suo posto spazio a Giovanni Martusciello, vice allenatore della squadra piemontese.

Chi è Giovanni Martusciello

Nato a Ischia il 19 agosto 1971, è stato un ex calciatore. Centrocampista di interdizione, è cresciuto nel settore giovanile dell’Ischia Isolaverde ed ha poi vestito le maglie di Empoli, Genoa, Palermo, Cittadella, Catania, Sambenedettese, Lucchese e infine Pontedera, dove ha chiuso la carriera.

Terminata la carriera da giocatore, ha deciso di intraprendere quella di allenatore e ha ricominciato proprio a Empoli, guidando la squadra giovanili nel 2006. L’ascesa è stata veloce, tanto da approdare in prima squadra già nel 2009: ha iniziato come assistente di Salvatore Campilongo e poi è diventato il vice allenatore di Alfredo Aglietti, Sarri e Marco Giampaolo. 

Dal fallimento a Empoli alla chance all’Inter

Nel 2016, tuttavia, arriva la sua grande occasione: con l’addio di Giampaolo, ecco la sua prima vera esperienza da allenatore. Nessuna subordinazione, questa volta: era lui la guida tecnica della formazione toscana. La storia, però, finisce nel peggiore dei modi: la retrocessione. La sentenza arriva all’ultimissima giornata, dove sarebbe servita una vittoria in casa del Palermo per salvarsi e spedire in Serie B il Crotone. Ma nulla da fare: mentre i calabresi travolgono la Lazio per 3-1, l’Empoli cade per 2-1 in casa di una squadra già condannata alla cadetteria.

Il tutto avendo precedentemente sprecato un vantaggio di addirittura 11 punti sul Crotone. A fine stagione, con un bilancio di 8 vittorie, 8 pareggi e 22 sconfitte, l’addio è inevitabile. Ripartirà un anno dopo ma non come allenatore, piuttosto come collaboratore tecnico di Luciano Spalletti all’Inter. E per lui, quest’anno, c’è stata un’altra grande occasione: la Vecchia Signora, su chiamata proprio di Sarri col quale è legato da un grande rapporto affettivo e professionale.

 

 

Leggi anche: Parma-Juventus, dove vedere la gara. Ecco formazioni e link streaming