Brugge-LASK, dove vedere la Champions. Qui formazioni e link streaming

Brugge LASK, ecco le formazioni e dove vedere il match che inizierà oggi alle 21.00. La gara è un match importante di Champions League, il torneo internazionali tra club più seguito del mondo, con milioni di fan e spettatori. 

Brugge-LASK, si giocherà oggi alle 21.00. I padroni di casa olandesi sono ovviamente i favoriti. La squadra è piena di talenti e l’anno scorso ha fatto un buon cammino europeo. Tra le migliori realtà del calcio belga, il Brugge parte favorito.

La partita è valida per la Champions League, il torneo internazionale per club più seguito al mondo con milioni di fan e spettatori in tutto il globo. Il giro di denaro è incredibile ed infatti tutti i calciatori ambiscono a giocare almeno una volta in Champions. Nel torneo in questione gioca soltanto l’élite del calcio mondiale, che ad ogni partita regala agli spettatori uno spettacolo impressionante ed indimenticabile.

Leggendo le dichiarazioni di calciatori, agenti ed allenatori si trova sempre un filo rosso: giocare in Champions League. I proventi economici, i premi in caso di passaggio del turno, gli sponsor e la vetrina che offre la CL è notevole e fa gola a tutti. Per questo le migliori squadre del mondo vi partecipano con assiduità e questo permette loro abbastanza entrate da rinforzarsi. Ciò crea un circolo viziosi per i club che più stanno in Champions e più possibilità avranno di esserci l’anno dopo, in favore dei fan di queste squadre.

Brugge-LASK, le probabili formazioni della gara

CLUB BRUGGE (4-2-3-1): Mignolet; Sobol, Deli, Mitrovic, Clinton Mata; Rits, Vormer, Vanaken; Okereke, Openda, Dennis.

LASK LINZ (4-3-3): Schlager; Trauner, Wiesinger, Wostry; Renner, Holland, Michorl, Ranftl; Goiginger, Raguz, Frieser.

Brugge-LASK, Sky o Mediaset? Ecco le regole della Champions League

I nuovi diritti televisivi hanno cambiato tutto. Con i milioni di euro che hanno messo sul piatto emittenti televisive e sponsor di tutto il mondo, il calcio ha dovuto cambiare i propri ritmi. Non siamo più noi a liberarci per il calcio, è il calcio che si libera dai propri orari standard per vendersi meglio a noi. Che sia un bene od un male è difficile dirlo. Tra le note positive c’è sicuramente il fatto che ora possiamo guardare molto più match. Prima invece, con tantissisme gare in contemporanea, qualcosa bisognava sacrificare.

Per questo le gare non si giocano più tutte la sera, alla stessa ora, in un solo giorno infrasettimanale. Spesso le gare di Champions League si dividono tra le 18 e le 21. A tutto vantaggio dei club che vi partecipano e degli spettatori. I primi, infatti, garantendosi uno share maggiore, possono chiedere più soldi ai propri sponsor per la potenza mediatica che attrae la competizione. I tifosi, dal canto loro, possono assistere a più partite e vedere molte più gare di altissimo livello.

La Champions League vanta grandi squadre, grandi piazze e grandissimi giocatori pronti a dare tutto in campo e non solo, per arrivare al titolo di Campione della Champion’s League. I premi in denaro sono molto importanti ed il prestigio che ne consegue è importantissimo e può cambiare per sempre la storia di un club che se ne può fregiare.

Basti pensare agli introiti con gli sponsor, alla pubblicità, al successo mediatico e soprattutto all’attrattiva sul calciomercato. Vincendo l’Europa League, infatti, una squadra di calcio attira a sé nuovi campioni e calciatori vogliosi di aggiungersi ad un gruppo già forte e consolidato, alla ricerca di un altro trofeo internazionale nella stagione successiva.

Con un contratto tra Sky e Mediaset, la seconda si è assicurata la trasmissione di una partita di Champions in chiaro a settimana.

Come funziona il calendario e la finale

Le 26 squadre qualificate di diritto alla fase a gironi (secondo il regolamento introdotto nel 2018/19) vengono raggiunte dalle sei squadre provenienti dagli spareggi. Le squadre vengono suddivise in quattro fasce. La prima fascia è formata dai campioni in carica, dalla vincitrice della UEFA Europa League e dalle vincitrici del campionato nelle sei nazioni con il ranking più alto.

Le fasce dalla seconda alla quarta sono determinate dal ranking per club. Nessuna squadra può affrontarne una della stessa federazione. Inoltre, come stabilito dal Comitato Esecutivo UEFA, le squadre di Russia e Ucraina non possono essere sorteggiate nello stesso girone.

Nel caso di federazioni con due o più rappresentanti, le squadre saranno abbinate in modo da suddividere le partite tra il martedì e il mercoledì. Ad esempio, se una squadra abbinata viene sorteggiata nei gruppi A, B, C o D, l’altra squadra abbinata (dopo il sorteggio) verrà automaticamente assegnata al girone E, F, G o H.

Il sorteggio stabilisce anche gironi del percorso UEFA Champions League di UEFA Youth League.

17/18 settembre: fase a gironi, prima giornata
1/2 ottobre: fase a gironi, seconda giornata
22/23 ottobre: fase a gironi, terza giornata
5/6 novembre: fase a gironi, quarta giornata
26/27 novembre: fase a gironi, quinta giornata
10/11 dicembre: fase a gironi, sesta giornata

16 dicembre: sorteggio ottavi di finale

18/19/25/26 febbraio: ottavi di finale, andata
10/11/17/18 marzo: ottavi di finale, ritorno

20 marzo: sorteggio quarti di finale e semifinali

7/8 aprile: quarti di finale, andata
14/15 aprile: quarti di finale, ritorno
28/29 aprile: semifinali, andata
5/6 maggio: semifinali, ritorno

Sabato 30 maggio: finale – Atatürk Olimpiyat Stadı, Istanbul

Dove vedere Brugge-LASK

La partita sarà un’esclusiva Sky Sport, visibile sul canale 251. La piattaforma si Murdoch è arrivata in Italia nel lontano 2003 e Sky Sport24 è stato lanciato proprio il 31 luglio dello stesso anno. Dal canale 200 al 300, con quest’ultimo escluso, tutti i canali trattano dei più disparati sport di tutto il mondo. Calcio, rugby, basket, pallavolo, volle, golf, Formula 1, pesca.

L’offerta Sky è parecchio completa e con l’abbonamento Sport + Calcio, l’utente trarrà tutti i vantaggi dell’offerta, nonché la totale copertura dei canali dedicati agli sport. Solo il pacchetto Calcio costa 15 euro al mese er i primi mesi, diverse poi le formule consultabili sulla pagina ufficiale della pay tv.  Ma un abbonato dove potrà vedere la partita?

LEGGI ANCHE —>  Asta del fantacalcio, ecco tutte le formazioni della Serie A [GRAFICO] 

Le alternative

Tra le alternative non a pagamento ci sarebbero piattaforme che offrono la visione da emittenti estere senza che si sfoci nell’illegalità perché, secondo quanto dichiarato dai giudici dell’UE, è possibile vedere le partite in streaming utilizzando dei siti esteri. Stesso discorso non vale per Rojadirecta.

Ecco la lista di alcune alternative:

  • Vip League
  • Live3s
  • Socceron
  • vipleaguelc
  • SportStream365
  • Bahislet
  • StopStream
  • Toplive
  • Veopartidos
  • tv
  • Firstrow
  • BZ
  • 7msport
  • cricsports
  • direttagol