Morto Alfiero Alfieri, recitò in “Grande, grosso e Verdone”

Si è spento a 78 anni l’attore italiano Alfiero Alfieri, la storica spalla di Carlo Verdone da tempo era ricoverato nel policlinico Gemelli di Roma

Dopo una lunga lotta contro una malattia, non ce l’ha fatta Alfiero Alfieri. A 78 anni è morto l’attore italiano al Policlinico Gemelli di Roma. Alfiero viene spesso ricordato principalmente come spalla comica di Carlo Verdone. Infatti proprio in “Grande, Grosso e Verdone“, l’attore raggiunse la fama nazionale.

La carriera di Alfiero Alfieri

Alfieri nacque il 6 ottobre del 1942. Fu un allievo di Aldo Fabrizi ed esordì sui palcoscenici giovanissimo. Infatti l’attore romano aveva solamente quindici anni quando esordì sui palcoscenici. Da giovanissimo fu imitatore e showman in compagnie teatrali, come quella dei Fratelli De Vico e di Cecè Doria. Poi prima con Enzo Liberti, poi da solo come capo comico di se stesso, lavorò in una ditta teatrale indipendente.

Furono molto apprezzate dal pubblico le sue versioni dell’opera di Moliere, “Il Malato Immaginario”, del sacerdote in “Bianco, Rosso e Verdone” e de “Il Marchese del Grillo, oltre a varie commedie originali.

Era sposato con Eleonora ed aveva tre figli, Eleonora Monica e Andrea. Inoltre a differenza del suo collega Carlo Verdone, era un tifoso sfegatato della Lazio e nel 2010 vinse il prestigioso Premio “Sette Colli”.

L.P.

Per rimanere sempre aggiornato sul mondo dello Spettacolo, CLICCA QUI !