Icardi, richiesta shock all’Inter: reintegro e 1,5 milioni di danni

Mauro Icardi rompe definitivamente con l’Inter: ha chiesto il reintegro completo nella rosa e 1,5 milioni di danni al club.

Inter e Mauro Icardi, una telenovela infinita che oggi ha scritto un altro capitolo: l’ex capitano infatti ha deciso di fare causa al suo attuale club. Una decisione inprovvisa, che nessuno in società si aspettava (o forse sperava non succedesse). Ma come anticipa la ‘Gazzetta dello Sport’, questa volta sembra voler andare fino in fondo.

Icardi ha scelto la strada del silenzi e fino ad oggi non ha mai parlato della sua situazione. Domenica scorsa invece la moglie e agente, Wanda Nara, a ‘Tiki Taka’ aveva detto di essere isicura che sarebbe rimasto all’Inter. Una prima risposta erqa arribvata lunedì dall’ad nerazzurro, Beppe Marotta, che aveva seccamente smentito le parole della donna. E poi oggi a precisa domanda aveva spiegato che il club stava lavorando sul futuro del suo ex capitano, anche se non era una situazione facile.

Adesso però diventa esplosiva: Mauro Icardi infatti ha deciso di fare causa al suo attuale club. Quindi  ha chiesto al collegio arbitrale di essere reintegrato alla parte tattica degli allenamenti alla Pinetina, cosa che al momento gli è vietata da Conte. Infatti nella prima parte degli allenamenti si prepara con la squadra. ma qundo l’allenatore passa agli schemil lui è costreto ad abdare da un’altra parte.

Leggi anche: Inter, la clamorosa decisione di Mauro Icardi

Icardi chiede anche i danni, la cessione diventa un problema

Una situazione che ritiene insopportabile e non più sostenibile. Per questo tramite il suo legale avrebbe anche chiesto un risarcimento danni alla società pari ad un milione e mezzo di euro. Una decisione che la dirigenza non si aspettava almeno non in questi termini. Tanto che le prime sommarie reazioni sono di sorpresa e delusione per un gesto che compromnette definitivamente ogni tipo di rapporto tra le due parti.

La verità è che fino ad oggi Icardi sta rifiutando ogni possibile destinazione, anche quelle che potevano risolvergli il futuro, come il Napoli. Il Monaco invece saprebbe solo di ripiego. Ma certo con questa mossa, parlare di Inter sarà impossibile. E allpra l’unica soluzione è rappresnetata da una chiamata della Juventus, da qui a lunedì sera sempre possibile. Con queste premesse però rischia di essere tuitto più complicato.