Giannelli Imbula, ecco chi è il nuovo acquisto del Lecce

Giannelli Imbula è il colpo a centrocampo del Lecce, arriva in prestito dallo Stoke City

Il Lecce ha piazzato un colpo a sorpresa per il proprio centrocampo, assicurandosi bImbula in prestito dallo Stoke City. Il calciatore, arrivato ieri, oggi ha rilasciato anche le sue prime dichiarazioni da tesserato giallorosso: “Quando ho saputo dell’interesse del Lecce mi sono informato sulla squadra, sulla storia, sulle statistiche e sui tifosi. Conosco il campionato italiano perché l’ho sempre seguito da appassionato. La Premier è un campionato complesso, per me è stato difficile adattarmi a quel tipo di gioco. Io preferisco il calcio italiano o quello spagnolo, si addicono meglio alle mie caratteristiche”.

Sui suoi obiettivi: “Il mio obiettivo è giocare tutte le partite ai miei livelli, mi sono allenato con il mio preparatore atletico, ho bisogno di trovare la condizione ma credo che in una decina di giorni potrò mettermi al passo con i compagni, anche approfittando della sosta”.

Sul ruolo preferito: “La mia posizione preferita è mezzala destra o sinistra in un centrocampo a tre, ma posso anche giocare nel 4-4-2 o nel rombo. Ho scelto l’85 perché mio fratello che è morto 10 anni fa, era nato nell’85”.

La rivelazione di mercato: “Quest’estate in Italia mi hanno cercato Udinese e Bologna”.

Sull’allenatore più importante per lui: “L’allenatore più importante è stato l’allenatore che ho avuto appena arrivato in Francia al Guingamp, ma anche Bielsa e Michel mi hanno lasciato tanto di importante nella mia carriera”.

Sulla prima del Lecce: “Ho visto la partita contro l’Inter, è stata una buona partita, al di là del risultato abbiamo giocato una buona gara. Affrontare l’Inter alla prima giornata è sicuramente molto difficile”.

Giannelli Imbula, biografia e carriera del nuovo acquisto del Lecce

Gilbert Imbula Wanga, conosciuto come Giannelli Imbula, è un calciatore classe ’92 nato in Belgio da genitori congolesi che ha acquisito la cittadinanza francese essendosi trasferito piccolissimo nella capitale transalpina.

Cresciuto nelle giovani di PSG e Guingamp, fa il debutto in prima quadra con i rossoneri nel 2009 risultando il più giovane esordiente della Ligue 2 (17 anni, un mese e 4 giorni). Rimane nell’En Avant fino al 2013 e nell’ultima stagione vince il premio di miglior calciatore della stagione nella serie cadetta francese. Ad acquistarlo è il Marsiglia, con cui colleziona 76 presenze condite da 3 gol, in due anni. Stavolta ci punta il Porto spendendo 23 milioni di euro, ma dopo sei mesi già fa le valigie. C’è lo Stoke City e la Premier League, ma anche qui non riesce a ripetere quanto di buono fatto in Francia. Si susseguono quindi i prestiti al Tolosa e al Rayo Vallecano prima di approdare in Italia.

Centrocampista centrale, ha dalla sua la stazza imponente ed una notevole forza fisica. Bravo anche tecnicamente, grazie alla visione di gioco, si può considerare un profilo completo nel suo ruolo. Sa infatti difendere e coprire, ma anche servire ottimi passaggi per gli inserimenti dei compagni negli ultimi 30 metri.

Leggi anche—> ICARDI, CAUSA CONTRO L’INTER: HA 41 PROVE E CHIAMA A TESTIMONIARE I COMPAGNI

M.D.G