Villeurbanne, un morto e diversi feriti accoltellati: è terrorismo?

Pomeriggio di terrore a Villeurbanne, nei pressi di Lione: un 19enne è morto e ci sono anche nove feriti per una serie di accoltellamenti. Non è esclusa l’ipotesi di terrorismo.

Un ragazzo di 19 anni morto, altri nove feriti (tre dei quali sarebbero gravi in ospedale, a Villeurbanne, vicino a Lione. Sono stati colpiti secondo le prime infomazioni durante un episodio tutto da chiarire nei pressi di una stazione della metropolitana. Ma al momento non ci sono elementi per parlare di terrorismo, anche se le indagini sono in corso.

In base alle indiscrezioni dell’AFP, tutto è cominciato attorno alle 16.30. Due uomini, uno armato di coltello e l’altro con uno spiedo da cucina hanno partecipato ad una rissa che avrebbe coinvolto dalle 20 alle 30 persone. Negli scontti ad avere la peggio è stato un ragazzo di 19 anni, rimasto ucciso. La conferma è arrivata da alcuni testimoni oculari che hanno visto i soccorsi andare via con una persona chiusa dentro un sacco della Polizia Mortuaria.

Leggi anche: Canada, camion si abbatte sui passanti: “Terrorismo”

Ufficio nazionale antiterrorismo allertatto, la testimonianza del sindaco

Uno dei due uomini coinvolti e che si sospetta abbia partecipato al ferimento mortale è stato arrestato e sarebbe di origini afghane.L’altro invece è ancora ricercato su tutto il territorio. La Procura di Lione è stata subito allertata e l’Ufficio nazionale antiterrorismo  controlla la situazione, ma non è ancora stato incaricato di seguire il caso.

Gérard Collomb, sindaco di Lione, si è recato sul posto rinunciando alla partita di Ligue 1 tra Olympique Lione e Bordeaux alla quale era stato invitato. “Per il momento non sappiamo nulla delle motivazioni. Quel che è certo è che non si trattava di una rissa. C’era qualcuno che attaccava i passeggeri in attesa di un autobus in maniera indifferenziata”, ha detto ad un’agenzia francese.