Un ragazzo in Inghilterra è diventato cieco e sordo dopo aver mangiato patatine per 12 anni

A Bristol, nel Regno Unito, un ragazzo di 19 anni è diventato cieco e sordo dopo una dieta lunga dodici anni. Quest’alimentazione prevedeva solo patatine fritte, patatine in busta, salsicce, prosciutto e pane bianco. I primi problemi sono sorti quando aveva 14 anni ed ha perso l’udito.

A parlare è la madre che, rimasta anonima, afferma come la vita del ragazzo abbia subito un netto declino: “Ho iniziato ad avere sospetti quando ha iniziato a tornare a casa da scuola col suo pranzo intatto. Gli preparavo dei panini e gli davo una mela o altra frutta, ma lui non le mangiava. Anche gli insegnanti si preoccupavano”.

“È sempre stato magro, non aveva problemi di peso: sentiamo sempre parlare di cibo spazzatura e obesità, ma lui era magro come un rastrello”.

‘Solo’ Patatine e salsicce, il disturbo si chiama AFRID

Il 19enne soffre del disturbo alimentare noto come ARFID (Il disturbo evitante/restrittivo dell’assunzione del cibo) che porta le persone affette ad evitare il cibo con determinate caratteristiche riguardanti consistenza, olfatto, gusto e aspetto. Alcune mancanze nutritive, secondo quanto riferisce l’Indipendent, avrebbero gravemente danneggiato il suo nervo ottico. Da qui si è creata la condizione di neuropatia ottica nutrizionale. Questa è curabile se diagnosticata precocemente. Altrimenti le fibre nervose nel nervo ottico muoiono e il danno diventa permanente.

“Non potevamo crederci quando ci hanno detto cosa era successo. Ci hanno detto che il danno è irreversibile: è stato un incubo. Non ha una vita sociale di cui parlare adesso. Dopo aver lasciato la scuola, è entrato al college per seguire un corso di informatica, ma ha dovuto rinunciare perché non riusciva a vedere o ascoltare nulla”. Conclude la donna.

Leggi anche—> INGHILTERRA, BIMBA MUORE DI SEPSI: APERTA UN’INCHIESTA CONTRO I MEDICI

M.D.G