Fermato Massimo Sebastiani: finita la fuga dell’uomo accusato di omicidio

Sarebbe stato fermato Massimo Sebastiani: finita la fuga dell’uomo accusato di omicidio e occultamento di cadavere di Elisa Pomarelli.

Fermato dopo quasi due settimane di fuga Massimo Sebastiani. L’uomo è indagato per omicidio e occultamento di cadavere. Secondo i Pm, la vera pista non è quella di rapimento da parte di ignoti ma di un gesto estremo proprio dal 45enne. Le tracce della coppia si sono perse il 25 agosto scorso. Quel giorno, Sebastiani viene ripreso dalle telecamere mentre fa rifornimento di benzina. L’uomo è da solo e sono le 14.47 di domenica 25 agosto, il cellulare di Elisa Pomarelli, in quel momento, era già spento. Secondo gli inquirenti, l’uomo avrebbe ucciso la 28enne per poi nascondere il cadavere e fuggire.

Cosa sappiamo del fermo di Massimo Sebastiani

Attualmente, in base a quanto si apprende, Massimo Sebastiani si trova in caserma, interrogato dai militari dell’Arma dei Carabinieri. Dovrà spiegare che fine ha fatto Elisa Pomarelli. La speranza della famiglia è che sia ancora viva, come spiegato dalla sorella: “Non le farebbe mai del male, tiene troppo a lei. Non penso che possa averla ammazzata. Magari la tiene imbavagliata da qualche parte”. Una vera e propria ossessione quella dell’uomo verso la 28enne, che considerava un’amica. Molti che conoscevano entrambi sostengono che invece lui fosse innamorato.

Elisa Sebastiani sembra scomparsa nel nulla. Qualche giorno fa, c’è stata anche una speranza quando un cane ha annusato quello che somiglia a un giaciglio nella zona di Riofreddo: un falso allarme, ma forse potrebbe essere passato qualcuno lì. Sono molti a sostenere inoltre la tesi che l’uomo avesse costruito un bunker nei posti. Se questo fosse vero, ora dovrà portare gli inquirenti sul posto.