Llorente: “Avevo opzioni da tutto il mondo, ma ho aspettato il Napoli”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:55

Napoli, Fernando Llorente si presenta. Lo spagnolo spiega i motivi che l’hanno portato in azzurro e traccia la strada del successo. 

Napoli, è stato il giorno di Fernando Llorente. Approdato lo scorso 30 agosto in Italia dopo l’ultima esperienza al Tottenham, il 34enne spagnolo si è presentato ufficialmente quest’oggi al centro sportivo di Castel Volturno. Lo spagnolo, ex Juventus, ha spiegato i motivi del sì al club partenopeo: “Ho aspettato il Napoli perché è una grandissima squadra, nonché la seconda forza del campionato. Avevo tanta voglia di ripartire da una grandissima squadra, di giocare la Champions, e di essere in un grande campionato. E’ stata dura perché ho dovuto aspettare tre mesi, ma ne è valsa la pena. Ho avuto tante opzioni da tutto il mondo, ma ho dato la priorità al Napoli”. 

Napoli, ecco Llorente

E ancora: “Cosa mi ha convinto a venire qui? una squadra che sta facendo benissimo ormai da anni e un grande allenatore come Ancelotti. Non vedevo l’ora di lavorare con lui, spero di poter migliorare ulteriormente con questo nuovo confronto. Quando poi ti chiama Ancelotti, non puoi dire no. Subito ti convince. E’ davvero un grandissimo allenatore e infatti ha allenato le migliori squadre al mondo”. 

Questo Napoli è pronto per vincere? Secondo Llorente,sì. “Dobbiamo crederci, io penso di sì – ammette il neo acquisto -. Quando li guardavo da fuori, vedevo una squadra incredibile. E’ un gruppo pieno di qualità, bisogna solo crederci. La differenza è che la Juve è abituata a vincere, ma noi dobbiamo aver fiducia e non mollare mai. Anche perché la pressione è tutta dalla loro parte”. Obiettivo scudetto, quindi: “C‘è la voglia di alzare un trofeo. Dobbiamo guardare partita dopo partita senza perdere mai la fiducia. A fine campionato potremmo essere lì e vincerlo, dobbiamo essere pronti”.

Subito titolare per Napoli-Sampdoria in arrivo? Il centravanti iberico ne parla così: “Non so se ho i 90 minuti, ma nel caso cercherei di dare comunque il massimo. Poi decide il mister. Di certo, devo ancora lavorare per recuperare la miglior forma”.

 

Leggi anche: Napoli, De Laurentiis: “Juventus? Chi è fuori forma se ne stia fuori. Sul Liverpool…”