Biagio Antonacci accusato di plagio per il brano ‘Mio fratello’ del 2017. Un musicista dice che ha copiato e tira in ballo anche Eros Ramazzotti.

Biagio Antonacci accusato di plagio: ‘Mio fratello’ sarebbe stata in parte copiata da ‘Sogno d’amore’. Almeno questo è quanto sostengono gli avvocati del musicista Lenny de Luca. E così la Siae ha decido per il momento di bloccare tutti i proventi del brano, quelli presenti ma anche quelli già maturati.

‘Mio fratello’ è diventato quasi un tormentone nell’estate 2018. Un brano dal ritmo gitano, piaciuto molto non solo ai fans del cantautore milanese. Solo che, secondo Lenny de Luca, non si tratta di un brano origoinale come inveve aveva fatto passare Antonacci. Quindi, assistito dai suoi avvocati, ha promosso una causa civile per presunto plagio e l’udienza è già  fissata per la prossima settimana.

Come viene sottolineato nella causa, in attesa delle perizie, ci sarenne una “coincidenza palese” nella melodia e soprattutto nel ritornello tra ‘Mio fratello’ e ‘Sogno d’amore’ che il musicista aveva depositato a metà degli anni Duemila in Siae. Una somiglianza sospetta e così la società che gestisce tutti i diritti musicali ha deciso di bloccare tutti gli incassi.

Leggi anche: Evasione fiscale: ecco la sentenza per Biagio Antonacci

Biagio Antonacci ed Eros Ramazzotti sul banco degli imputati: ecco perché

Tutto era cominciato lo scorso autunno quando lo stesso de Luca aveva spedito una lettera di diffida all’etichetta discografica di Biagio Antonacci per chiedere il riconoscimento dei diritti d’autore. Raccontava di aver scritto nel 2005 il brano ‘Sogno d’amore’e di averlo proposto come autore anche ad Adriano Celentano. Poi aveva sottoscritto un contratto in esclusiva con la Editore ViaMeda srl-RadioRama, la società di produzione guidata da Eros Ramazzotti, depositando di nuovo la canzone nel 2012.

Quel brano non è mai stato pubblicato, ma in compenso due anni fa quando è uscita ‘Mio fratello’ gli è sembrato di sentire qualcosa di molto noto. Il 18 febbraio scorso i suoi legali hanno presentato un atto di citazione e un paio di mesi dopo hanno chiesto alla Siae di bloccare i proventi. Decisione che è arrivata due giorni fa ” con effetto immediato”.

Ma non è tutto, perché secondo de Luca e i suoi avvocati, la società di Eros Ramazzotti sarebbe recidiva. Ci sarebbero infatti “numerose corrispondenze melodiche nel ritornello e in altre sezioni musicali”tra ‘Sogno d’amore’ e un’altra canzone molto nota. Si tratta di ‘Due respiri’, firmata da Eros Ramazzotti, Luca Chiaravalli e Saverio Grandi. Un brano che nel 2012 ha permesso a Chiara Galiazzo di vincere a X Factor e che è diventato cavallo di battaglia per la cantante padovana. L’invito è quello di sottoscrivere una negoziazione assistita, quindi in pratuca di mettersi d’accordo per evitare la causa. Una risposta ufficiale però ancora non è arrivata.