Rocco Schiavone, sotto torchio dalla prima stagione

Rocco Schiavone non è esente da critiche, ecco qual è il problema della serie

Stasera su Rai 2 alle ore 21:20 andrà in replica la seconda stagione di Rocco Schiavone, la serie super amata dagli italiani. Il successo degli ascolti si è confermato con la seconda stagione. Lo scorso ottobre debuttò con 3 milioni 172 mila telespettatori e uno share del 13,94%. La prima stagione di Rocco Schiavone, composta da sei episodi, è andata in onda dal novembre al dicembre 2016- Mentre i quattro episodi della seconda sono stati trasmessi dall’ottobre al novembre 2018, sempre su Rai2.

LEGGI ANCHE: ROCCO SCHIAVONE, STASERA IN REPLICA IN ATTESA DELLA NUOVA STAGIONE

Le critiche alla serie di Rocco Schiavone

Intanto che la terza stagione si fa attendere, la serie non dispensa da critiche, sin dalla prima stagione. Il Fatto Quotidiano riporta le dichiarazioni di Federico Mollicone. Il deputato di Fratelli d’Italia dice: “Non discuto la scelta della Rai, ma mi chiedo quale sia il modello che trasmettiamo ai giovani”. Lo stesso Maurizio Gasaparri parlò testualmente di “Rai della droga” dicendo che in TV si preferisce portare “i commissari tossici con le fiction che passano da una rete all’altra”. Già in passato la serie aveva ricevuto commenti del genere da parte di Giovanardi e Quagliariello . I due presentarono una interpellanza al Governo chiedendo addirittura di bloccarne la trasmissione.

La direttrice di Rai 1 – perché la serie vuole essere spostata sul primo canale – Teresa De Santis si sarebbe riservata di visionare le puntate della fiction con Marco Giallini prima di dare il via libera definitivo alla promozione sulla rete ammiraglia della tv pubblica, senza escludere eventuali interventi, per rendere più consono il prodotto al pubblico di Rai1.