Caserta, deriso su Whatsapp per le sue doti calcistiche: si presenta sul campo e spara

Un uomo di Caserta viene deriso per le sue doti calcistiche, sul campetto spara

Avrebbe ricevuto delle offese su un gruppo Whatsapp per le sue scarse doti calcistiche l’uomo che, ieri sera, ha sparato ad un uomo su un campo di calcio amatoriale. Il 48enne già noto alle forze dell’ordine, si è recato sul luogo dove stava giocando colui che l’avrebbe offeso sparando però alla persona sbagliata. Sì, perché ad essere ferito è stato un’altra persona intervenuta per far da paciere. L’episodio è accaduto a San Cipriano d’Aversa (Caserta). Fermato per tentato omicidio dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Casal di Principe.

Nelle prossime ore il Gip del tribunale di Napoli Nord deciderà se confermare o meno il fermo. I militari hanno sequestrato anche l’arma usata dall’aggressore, una calibro 7.65 con matricola abrasa. L’uomo ferito, un 40enne, è ricoverato in prognosi riservata alla clinica Pineta Grande di Castel Volturno, dopo essere stato colpito all’addome.

Caserta, 3 immigrati morti in un incidente: fermato un uomo

La Polizia stradale di Caserta ha fermato un immigrato 35 enne del Niger che sarebbe stato alla guida dell’auto che ieri mattina è rimasta coinvolta a Castel Volturno (Caserta) in un incidente costato la vita a tre immigrati del Ghana. L’accusa è di omicidio stradale plurimo con l’aggravante dell’omissione di soccorso. Un quarto uomo presente nell’auto è invece in gravi condizioni al Cardarelli. Il 35enne è stato rintracciato alla Clinica “Pineta Grande” di Castel Volturno dove era andato a farsi medicare le ferite riportate ed è stato sottoposto alle analisi tossicologiche. L’uomo era fuggito dopo l’incidente. I poliziotti hanno però raccolto testimonianze su cinque persone presenti ed hanno tenuto sotto costante osservazione proprio la clinica Pineta Grande. La possibilità che andasse nella struttura a farsi curare, infatti, risultava scontata.

Leggi anche—> FOGGIA, AIUTANO SENZATETTO PORTANDO LATTE E COPERTE: MULTATI.

M.D.G