Júnior Moraes, chi è l’attaccante dello Shakhtar Donetsk

Júnior Moraes dello Shakhtar Donetsk uomo partita del match di Champions League contro l’Atalanta

Alle ore 19:00 palla al centro con l’avvio del secondo turno di Champions League. Due italiane coinvolte: la Juventus e l’Atalanta. I bianconeri giocano in casa contro il Bayern Leverkusen dopo un pari in casa dell’Atletico Madrid e l’Atalanta si batterà contro lo Shakhtar Donetsk a Bergamo. Gli orobici saranno alla prova del 9 contro una squadra contro cui se la possono giocare. Nel primo turno l’Atalanta si è vista travolgere per 4-0 contro il Dinamo Zagabria e si è vista piovere addosso una tempesta mediatica.

Per Gasperini e i suoi ragazzi è arrivato il momento di dimostrare qualcosa e loro sono fermamente motivati e determinati come hanno mostrato ieri in conferenza stampa. Attenzione però allo Shakhtar Donetsk, che nonostante la sconfitta contro il Manchester City in casa, per 3-0, è una squadra che ha dato spesso filo da torcere.

LEGGI ANCHE: Chi è Alessandro Bastoni: Conte lo fa esordire con l’Inter

Cosa aspettarsi da questa partita? Júnior Moraes uomo partita

Júnior Moraes potrebbe rivelarsi l’uomo partita di questa partita tra l’Atalanta e lo Shakhtar Donetsk sua squadra da poco più di un anno. Attaccante, di 32 anni, è un giocatore brasiliano naturalizzato ucraino. Il suo nome completo è Aluísio Chaves Ribeiro Moraes Júnior ed è il fratello minore di Bruno dos Santos Moraes anch’egli giocatore di calcio, di una squadra portoghese di seconda categoria.

Moraes ha iniziato nelle giovanili del Brasile, con il Santos. Successivamente viene mandato in altre squadre brasiliane dove resta per altri 2 anni fino a quando non arriva in Europa. Nel 2010 infatti approda in una squadra rumena, il Gloria Bistrița dove mette a segno 18 gol in 32 presenze in una stagione. Di lì in avanti non ha mai più lasciato le squadre europee, seppur di campionati minori, fino al 2017 quando è andato in prestito in una squadra cinese. Essendosi accorto di aver ancora molto da spendere per il mondo del calcio è tornato in Ucraina, prima al Dinamo Kiev e poi allo Shakhtar Donetsk.