Arrestato conduttore radiofonico: abusi sessuali ad un bambino

Abusi sessuali su di un bambino, arrestato conduttore radiofonico

Un famoso conduttore radiofonico cristiano viene tenuto senza cauzione in Florida con l’accusa di aver abusato sessualmente di un bambino numerose volte nel corso di cinque anni. L’Orlando Sentinel riferisce che il 59enne Bryan Fulwider è stato arrestato mercoledì. Un mandato afferma che affronta 30 conteggi di abusi sessuali nei confronti di una persona di età inferiore ai 18 anni da una persona in posizione di autorità di custodia.

Una dichiarazione della polizia di Winter Park afferma che una persona ha riferito agli investigatori martedì che l’abuso è avvenuto ripetutamente dal 2005 al 2010, quando Fulwider è stato ministro senior presso la prima chiesa congregazionale di Winter Park. L’avvocato di Fulwider, Jacob V. Stuart Jr., afferma che il suo cliente nega con veemenza le accuse e non ha commesso alcun crimine. Insieme a un rabbino e un imam, Fulwider è conduttore di “Friends Talking Faith”, trasmesso settimanalmente su WMFE.

LEGGI ANCHE: Papà orco stupra le figlie e non solo: autorizza altri uomini a farlo

Conduttore radiofonico degli USA abusa un bambino, non è l’unico caso

Pochi giorni fa la redazione di direttanews.it individuò la storia di un padre del New Hampshire, che per mesi ha abusato del figlio. L’uomo ha percosso il piccolo, infliggendogli colpi di una potenza tale da farlo finire in ospedale, con infortuni abbastanza seri. Il nome dell’uomo è Matthew Bowdon, ha appena 29 anni e nella giornata di domani dovrà rispondere a tutte le accuse nella corte superiore di Strafford.

La prima accusa che la corte superiore di Strafford imputa a Matthew Bowdon, è quella di assalto, come riportato dal dipartimento di polizia di Rochester, città in cui risiede l’uomo. La polizia del dipartimento della cittadina statunitense, afferma che l’accusa a Bowdon deriva da da un’indagine iniziata il 19 settembre. Proprio in questa giornata, gli ufficiali appresero che il figlio del ragazzo era stato ricoverato in ospedale con lesioni gravi ma non letali.