Giorgio Mastrota: “Con Natalia Estrada non fui un buon marito”

Intervista a Giorgio Mastrota. Il 55enne milanese, volto noto per le televendite italiane, si è confessato negli studi della RAI. 

Parla Giorgio Mastrota, il re delle televendite. Ospite negli studi della Rai nel programma Storie Italianae, il 55enne di Milano si è raccontato con una lunga chiacchierata tra la sua vita privata e le sue ultime esperienza. Ma sono soprattutto due i temi toccati: il matrimonio sfumato e la dipartita della madre.

L’intervista inizia così: “Sono molto felice, la famiglia è la mia vita. Sono cambiato molto negli anni, sono migliorato. Non sono mai stato egoista, ma a inizio carriera non sono stato il massimo come compagno e marito. Ripenso per esempio alla mia storia bellissima con Natalia Estrada, eravamo coinvolti ed eravamo la coppia del momento. Ma preso da questo furore, abbiamo bruciato le tappe. Di quella storia è rimasto un frutto meraviglioso che è nostra figlia, ma in quel momento avevo la testa altrove”. 

L’intervista a Giorgio Mastrota

Poi c’è la quiete dopo la tempesta. Nonostante la separazione, i due hanno mantenuto un buon rapporto: “Io e Natalia ci parliamo e ci sentiamo, ormai siamo anche dei nonni. La separazione è stata burrascosa, ma siamo stati bravi a trovare un accordo. Per esempio, abbiamo avuto l’affidamento congiunto nel 97 e non era semplice. I figli soffrono sempre di fronte a una situazione del genere, ma credo che nel complesso siamo stati bravi”. 

Quando si parla della madre, Mastrota non può nascondere la commozione: “Se n’è andata da poco, ma con serenità. Ha vissuto una vita lunga e felice, con quattro figli e undici nipotini. Me la sono goduta molto perché siamo stati tanto insieme, ho sempre voluto tenere unita la famiglia nonostante le difficoltà e i percorsi diversi. L’ho sempre messa in primo piano, e questo mi ha reso quel che sono oggi”. 

Leggi anche: Premio Nobel per la pace, la favorita è Greta Thunberg?