Ingerisce droga, bimba di un anno è gravissima in ospedale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:57

Bimba ingerisce accidentalmente della droga, è in coma farmacologico

Droga, ecstasy (Getty Images)
Droga, ecstasy (Getty Images)

E’ successo a Foggia, la tragica scena che vede una bambina aver ingerito della droga. La bambina è stata prontamente portata in ospedale, dov’è ricoverata. La bambina, figlia di una coppia croata, è arrivata in ospedale giovedì sera ed è in coma farmacologico. Pare abbia fatto uso di cannabinoidi che, i genitori, di 34 e 39 anni, avevano in casa. Quando è arrivata nel reparto di rianimazione degli Ospedali Riuniti, la bimba era già priva di coscienza. Tutti gli accertamenti sono stati fatti tempestivamente e sono state allertate le forze dell’ordine. Nell’appartamento della famiglia – una roulotte in località Incoronata, una borgata alla periferia di Foggia – non c’è traccia di droga.

LEGGI ANCHE: La bambina non sta bene, poi la clamorosa scoperta

Bimba ingerisce droga, è successo anche più lontano, in Ohio

Una bimba che vive in Ohio è stata trovata priva di sensi dalla polizia sul marciapiede a soli 18 mesi: nel frattempo, i suoi genitori si trovavano in casa in stato di coscienza alterato, dopo aver assunto eroina. Si pensa che la piccola Alonna Bolden abbia ingerito la droga tenuta in casa dalla madre e dal padre e abbia avuto un malore tale da spingerla a uscire di casa prima di collassare. La bambina è stata trovata priva di sensi e blu in volto da un vicino di casa che ha immediatamente fatto scattare l’allarme, avvertendo dell’accaduto le forze dell’ordine.

La scorsa estate, molto scalpore aveva fatto una vicenda avvenuta a Palermo. Una giovane coppia, infatti, nella notte di Ferragosto si è presentata a bordo di uno scooter in ospedale con la propria bambina in condizioni critiche. I medici a quel punto hanno subito appurato che la piccola aveva ingerito alcuni grammi di hashish. La droga, che ha effetti già pesanti sugli adulti, per la bimba è stata quasi letale. Fortunatamente i genitori non si sono nascosti e hanno subito confessando tutto ai medici, che hanno potuto intervenire in tempi brevi.