Alessio Gatti: chi era il figlio di Franco dei Ricchi e Poveri

Il dramma della morte di Alessio Gatti, avvenuta nel 2013: chi era il figlio di Franco dei Ricchi e Poveri e cosa è successo dopo il decesso.

Alessio e Franco Gatti

Alessio Gatti, il figlio del cantante dei Ricchi e Poveri, Franco, è stato trovato morto nella sua casa di via Capolungo a Nervi, nel levante di Genova. Era il 13 febbraio 2013. La vita della sua famiglia è cambiata quel giorno. Alessio aveva solo 22 anni e le cause della morte non sono mai state del tutto chiarite. Si parlò di overdose di eroina, ma il padre in un’intervista a ‘Storie Italiane’ sottolineò: “Nostro figlio non era un drogato  era molto stressato per il suo lavoro di trader, e ogni tanto beveva qualche bicchiere di troppo. Ma non parlate di overdose”.

La morte di Alessio Gatti e i cambiamenti nella vita del padre

Franco Gatti – dopo la morte del figlio – cambia profondamente: ancora oggi, confessa, sente la sua presenza vicina. Ha raccontato in un’intervista a Libero qualche tempo fa: “Dopo che mio figlio Alessio è mancato fa la mia vita è cambiata. Io sono diverso, sul palco prima mi prendevo in giro, scherzavo sui miei baffi, sul nasone, facevo lo scemetto. Ora non me la sento più”. Ma spiega di sentire appunto la presenza del figlio attraverso dei piccoli momenti o dei gesti.

“Un giorno ero nel programma di Francesca Fialdini e si parlava dei segnali che le persone scomparse lanciano ai propri cari e quando sono uscito dallo studio ho trovato una piuma che sarebbe un segnale della loro presenza. Io e tutte le persone che erano con me siamo rimasti stupiti”, aveva detto sempre a ‘Storie Italiane’ Franco Gatti. Qualche tempo dopo la morte di Alessio, in Franco matura  la decisione di lasciare i Ricchi e Poveri, la band formata nel 1968 con Angelo Sotgiu e Angela Brambati.

Leggi anche –> Franco Gatti: il dramma del figlio morto e l’addio ai Ricchi e Poveri